Post

Visualizzazione dei post da settembre 8, 2013

AFORISMI FRESCHI DI SERATA...PER VOI....

Immagine
Le cose non cambiano: siamo noi a cambiare.

H. D. Thoreau









La mia notte ti ama fin nel suo intimo,
e risuona anche del mio. La mia notte
si nutre di echi immaginari. Essa, può
farlo. Io, fallisco. La mia notte mi osserva.
Il suo sguardo è liscio e si insinua in ogni
cosa. La mia notte vorrebbe che tu fossi
qui per insinuarsi anche dentro di te con
tenerezza. La mia notte ti aspetta. Il mio
corpo ti attende. La mia notte vorrebbe
che tu riposassi nell'incavo della mia spalla
e che io riposassi nell'incavo della tua. La
mia notte vorrebbe vedere i nostri sguardi
e avere i nostri sguardi pieni di desiderio.
La mia notte vorrebbe tenere fra le mani
ogni spasmo. La mia notte diventerebbe
dolce. La mia notte si lamenta in silenzio
della sua solitudine al ricordo di te. La mia
notte è lunga, lunga, lunga. Perde la testa
ma non può allontanare la tua immagine da
me, non può dissipare il mio desiderio. Sta
morendo perché non sei qui e mi uccide. La
mia notte ti cerc…

A PROPOSITO DELL'ABBIGLIAMENTO "TAGLIE COMODE"

Immagine
Voglio tornare sul tema dell'abbigliamento, o meglio, dovrei esprimermi diversamente e parlare del PROBLEMA abbigliamento. Perchè per me lo è. Perchè trovare taglie grosse colori e tagli alla moda è quasi impossibile e i rari negozi che vendono taglie "comode" sono presi d'assalto, ma ti devi accontentare di quello che trovi, è difficile che puoi scegliere, inoltre ti fanno strapagare l'abbigliamento e non è sempre possibile spendere cifre "importanti" specialmente per abiti da indossare tutti i giorni e non prettamente da cerimonia.

Ho trovato un catalogo che vende taglie fine alla 62 a prezzi abbordabilissimi, tessuti italiani, colori e tagli alla moda, ma comprare su un catalogo è sempre un rischio perchè ogni capo ha una vestibilità diversa.

Questa ditta del catalogo ha aperto dei negozi in cui si trovano tutti i capi presenti nelle pagine e si possono misurare. E, in effetti, alcuni che mi sembravano bellissimi dalle pagine su di me…

DONNA, ARTISTA E...OBESA (IL MARCHIO DI CAINO)

Immagine
Sono una donna, e sono una artista. Amo scrivere e disegnare, attività, il disegno, che ho praticamente dovuto quasi abbandonare a causa degli effetti della malattia sui legamenti, nervi, ossa e muscoli delle mani, oltre che di altre numerose parti del corpo.
Sono una donna, sono una artista e sono obesa.

E questo è il dato prevalente. Quello da cui si giudica, quello in cui vieni etichettata, il lato esteriore, la tua immagine pubblica. Mi considerano una donna intelligente, una amica, una confidente e una obesa.
E' un marchio di Caino. Lui lo aveva inciso in fronte. io in tutto il corpo.

Un immenso, grasso corpo. E' catartico che riesca a scriverne, ha una funzione liberatoria. L'ho sempre vissuto con tanta sofferenza, umiliazione, ma ora basta.

Sono quella che sono, pregi, difetti, vizi, abitudini, tutto il pacchetto. Non mi nascondo più dietro un, grasso, dito.

La cosa più terribile è che nessuno ti ascolta. Sei grassa perchè mangi. Punto. E tutti a farti…

AFORISMANDO NEL PRIMO POMERIGGIO

Immagine
Verso la comprensione di essere le due metà di un'anima unica... F. D'Agostino 











Se nel silenzio vi è anche solo una traccia di collera o di ostilità, esso perde il suo potere...La vera calma è fatta di serenità, accettazione e pace.








Questa è la vera libertà: essere capaci di uscire da se stessi, attraverso i limiti del piccolo mondo individuale per aprirsi all’universo.

A. Jodorowsky 










La parola è una chiave, ma il silenzio è un grimaldello.

Gesualdo Bufalino











Carlo Pili
Non è la materia che genera il pensiero, è il pensiero che genera la materia.
(Giordano Bruno)









Carlo Pili
Non si scappa mai dai luoghi, nè dalle persone, nè tantomeno dalle circostanze: si scappa da se stessi.

Alda Merini










Carlo Pili
Occhio per occhio... e il mondo diventa cieco.

Gandhi 








Carlo Pili
Siamo tanto abituati a camuffarci di fronte agli altri che finiamo per camuffarci anche di fronte a noi stessi.

François de La Rochefoucauld