BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

L’innamoramento non è amore – Andrea Pangos




L’innamoramento è uno stato di dipendenza, causata soprattutto dal coincidere degli eventi con le proiezioni idealizzate. L’Amore dipende da Sé, esiste a prescindere dagli avvenimenti, che sono frutto dell’attività percettiva: l’Amore precede la percezione ed è indipendentemente da essa; questo è verificabile tramite la meditazione, quando con lo spegnersi dell’attività percettiva permane la pura esperienza di esserci: Amore, Beatitudine, Somma Felicità, Pace o come la si vuole definire.
L’innamoramento è il risultato del cercare l’Amore, il più delle volte inconsapevolmente. L’Amore, invece, è pura Consapevolezza e non cerca nulla, a meno che la sua Spontanea espressione di Sé venga definita ricerca di qualcosa. L’innamoramento può essere l’inizio del viaggio verso l’Amore, mentre l’Amore è un Viaggio senza viaggiatore ed è la Spinta per il viaggio innamoramento la cui  Destinazione dovrebbe essere l’Amore stesso.
L’innamoramento lega le persone, l’Amore non può legare le persone, anche perché non è sul piano della personalità: l’Amore è senza persone, maschere. Nell’Amore non esistono veramente due soggetti: quando Amiamo, nella percezione può apparire il rapporto tra due corpi, ma il tutto avviene nell’Uno Amore, senza (quasi) distinzione in soggetto-oggetto. E pensare che secondo alcuni l’Amore lega le persone in modo esclusivo!  L’Amore non esclude nulla e non è esclusiva di nessuno. Ciò che lega sono le dipendenze, sconosciute all’Amore. Il rapporto tra due esseri che Amano non è un legame, è il Libero interagire dell’Amore con Sé.
L’innamoramento è un legame sentimentale, correlazione dei sentimenti dei due innamorati. L’Amore precede ogni sentimento e sul piano energetico è un’emanazione non condizionabile come qualità energetica, e nemmeno esperienziale, dalle energie e dai sentimenti che incrocia nel suo esprimersi.
L’idea di legame sentimentale può sembrare molto romantica e attraente, anche per le (presunte) sicurezze che sembra offrire, ma contiene semi concettuali limitanti, per esempio: l’idea che l’altra persona è (solo) nostra e che abbiamo un destino di coppia. Per essere Felici dobbiamo Amare, per Amare non dovremmo legarci a nessuno, né farci legare da qualcuno: il percorso verso l’Amore è la via verso la Libertà; questo non significa che non dovremmo avere un rapporto di coppia, vuole dire che è bene tendere a un rapporto di coppia consapevole. Non dovremmo tendere ad avere un destino (comune) in comune con il partner, dovremmo cercare di liberarci dal destino comune, diventando l’Amore, Destino senza destino.
L’innamoramento è caratterizzato dalle paure: di mettersi in gioco, di non essere all’altezza,  di perdere il partner… L’Amore è senza paure! E poi: l’Amore è il motore di ogni gioco, l’intero universo percepibile è un gioco dell’esprimersi dell’Amore Amore; l’Amore è sempre Altamente Profondo e Profondamente Alto; l’Amore non conosce partner, l’Amore è sempre unicamente (con) Se Stesso.
Quando si è innamorati si è quasi completamente persi nel partner, in alcuni casi lo si vede quasi come unico soggetto esistente, si è concentrati primariamente su esso;da qua deriva anche la paura di perderlo, perché durante l’innamoramento rappresenta praticamente tutto. Quando si Ama, invece, si è consapevoli della globalità del mondo sperimentato, con un’attenzione diffusa in ogni aspetto del nostro esserci, quindi anche del mondo percepito.
L’Amore è Uno, più precisamente l’Uno, esperienziale. Nei momenti di più profonda attrazione l’innamoramento è unità, nei periodi di avversione è dualità conflittuale.
L’innamoramento produce stress, l’Amore lo guarisce.
L’innamoramento è sogno, Amare significa essere Desti.
L’innamoramento vede rosa, l’Amore è Chiaro.
L’innamoramento sente due, l’Amore produce solo Uno.
Innamorarsi significa aumentare la qualità delle proprie esperienze, quando più vicine all’Amore: salire rispetto allo stato ordinario. L’Amore, invece, è la Vetta irraggiungibile per l’innamoramento.
L’innamoramento è carico di aspettative, sconosciute all’Amore.
L’innamoramento può deludere, l’Amore è senza delusione.
L’innamoramento è proiettato nel futuro, l’Amore è il Presente puramente presente a Sé.
L’innamoramento è carico di emozionalità: l’Amore è senza emozioni.  Chi Ama può manifestare gioia, entusiasmo e altre emozioni positive, che sono il livello più “basso” (non in senso dispregiativo) del suo esprimersi,  mentre sono il livello esperienziale più alto per chi non Ama.
L’innamoramento è la feste delle proiezioni. L’Amore è senza proiezioni, se non per il fatto che quando Amiamo proiettiamo comunque l’universo, come Amore comunque, perché la percezione è caratterizzata dall’Amare.
L’Amore è Pace senza conflitti, l’innamoramento produce conflitti interiori ed esteriori.
L’Amore è senza pensieri e può produrre il pensare consapevole,  mentre l’innamoramento è spesso un turbinio concettualemotivo.
Apertura all’innamoramento? Sì, ma con Destinazione Amore!

Andrea Pangos
http://www.pomodorozen.com/zen/linnamoramento-non-e-amore-andrea-pangos/

post scorrevoli