BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

BUONGIORNO AI LETTORI DEL BLOG







Buongiorno cari compagni di viaggio sulle strade della Vita. E' da un po' che non mi faccio sentire, ma questo silenzio è dovuto ai postumi della caduta dalle scale insieme ai dolori con cui giornalmente faccio i conti.
La ripresa è dura, nella gamba sinistra si è formata una bolla che non accenna a riassorbirsi e l'osso mi fa ancora male ma, nonostante tutto, devo dire che sono stata molto fortunata. Cadere a peso morto giù da 15 gradini e non riportare nessuna frattura è un miracolo.
Il contraccolpo è stato sentirmi fragile, dipendente da tutti per qualsiasi cosa, e, per una come me, è tutt'altro che facile. Forse è questa la lezione da imparare: accettare di non poter contare solo su mè stessa, dover fare gioco di squadra e imparare ad aspettare con pazienza, qualità di cui sono scarsa.
Oggi è esploso il caldo, del resto siamo a luglio, ma ho già visto che per il fine settimana, almeno per quanto riguarda il nord, è prevista una perturbazione con violenti temporali.
Ho delle reazioni ai farmaci che, praticamente, mi fanno dormire da l'una di notte fino a l'una del giorno successivo, mi sveglia mio marito alle otto per le medicine e l'iniezione di insulina, ma mi riaddormento subito. Mi sveglio ogni tanto, vado in bagno per sciacquarmi la faccia e gli occhi con l'acqua fredda, ma non c'è verso. Non riesco a stare sveglia e le ore in cui sono mentalmente presente sono poche rispetto alla giornata.
Salto ormai sempre il pranzo, al massimo mangio uno yaghurt, nulla di più, ma il cortisone del mattino fa impennare la glicemia a valori altissimi. Del resto non posso assolutamente eliminare il cortisone quindi è un serpente che si morde la coda.

Vi racconto la mia vita non certo per essere compatita, ma per ricordarvi che la Vita è imprevedibile. Io non avevo nulla, ma, all'improvviso, tutto è cambiato. E se è successo è perchè c'è una ragione, ne sono certa, ho dovuto lavorare e lavoro tutt'ora su alcuni aspetti del mio carattere e sperimento direttamente su di me' che significa ciò che dico.

Quando occupate per due minuti il parcheggio di un disabile, pensate come sta quando arriva e il parcheggio è occupato. Volete il mio posto? Prendetevi anche la mia malattia !

Le macchine sui marciapiedi ci impediscono di passare, così come quelle parcheggiate sugli scivoli dei marciapiedi. Pensate anche a chi non può più camminare e a quanto sia frustrante dover ricercare il padrone dell'auto perchè non possiamo più andare avanti, o dover tornare indietro e scoprire che anche lo scivolo è occupato da un'auto.

Ponete attenzione a chi già deve aver a che fare con malattie di cui non sentirete mai parlare perchè sono rare, sconosciute, e quindi non hanno terapie e possono solo sperare di riuscire a fermarla, nel migliore dei casi, ma sovente non si è così fortunati.

Ora vi auguro buon proseguimento e vi invio un mega abbraccio telematico.

Gabry Fogli 



post scorrevoli