Buonasera cari compagni di viaggio sulle strade della vita. 
Ricordo due anni fa quando, a giugno del 2012, siamo partiti per Fuerteventura, alle Canarie, dopo aver prenotato una villa con piscina riservata ad una cifra che, qui in Italia, spenderemmo per un normale tre stelle nello stesso periodo. E' stata una vacanza magnifica. In quel periodo l'isola non è ancora sovraffollata di turisti ed abbiamo vissuto le abitudini del posto, la brezza continua, le spiagge di sabbia fine e dorata dal sole, i pescatori che con le loro barche vendono il pesce al miglior offerente.
La villa era senza barriere architettoniche ed una signora del posto veniva a farci le pulizie giornaliere ed a preparare i pasti.
Ricordo il profumo della notte, della salsedine, dello sciabordio delle onde sulla battigia, il profumo del pesce sulla griglia, le "tapas" onnipresenti e buonissime.
Mia figlia si è portata un'amica e praticamente le abbiamo viste solo ai pasti e a dormire.  
Abbiamo affittato un'auto e abbiamo girato l'isola in lungo e in largo scoprendo spiagge bellissime e le fantastiche dune di sabbia che ti fanno pensare al deserto. 
Mi è piaciuta tantissimo e porterò questa vacanza nel cuore, per sempre. Anche il viaggio diventa un percorso di crescita e tutto cospira affinchè, entrando nel cuore dell'isola e dei suoi abitanti,  tu diventi una cosa sola con il posto.
Buone vacanze e buona serata, anzi, nottata.
Gabry Fogli 


   


LA FRASE DEL GIORNO

MAPPA

MACRO