COME SCEGLIERE DI ESSERE FELICI



Hai letto bene, come scegliere.
Una delle cose più importanti che ho imparato negli ultimi anni è che noi scegliamo se essere felici oppure no. Eppure le nostre esperienze, la società, i nostri amici, genitori, la scuola, i film, i libri, tutto dice il contrario. Ci dicono che la felicità va cercata e inseguita e dipende da fattori che non controlli: lavoro, relazioni di coppia, salute, successo, giudizio degli altri. In realtà è tutto diverso da come sembra, tu puoi scegliere di essere felice e adesso ti spiego come.
Per prima cosa devi necessariamente comprendere cosa sono le emozioni e come nascono. La felicità è un’emozione, per cui se non sai come nasce e per quali motivi, come potrai mai sceglierla? Cos’è quindi un’emozione? Prendendo le parole, chiare e precise di Nathaniel Branden, psicoterapeuta Americano, è una reazione valutativa.
In pratica è una risposta a quello che ci accade, ma non semplicemente una reazione: quella parola, valutativa, significa che le nostre emozioni sono legate alle nostre valutazioni. Per essere molto chiaro: se pensi che qualcosa sia favorevole e positivo, avrai un’emozione positiva, viceversa, di fronte a pericoli e minacce, un’emozione negativa. Semplice, no?

Come crei ogni tua emozione

Bene, le tue emozioni, quindi, dipendono da cosa pensi e non da cosa accade. So che questo è tutto il contrario di quel che hai sempre visto e creduto, per cui ti rendo la vita semplice con un esempio.
Torni a casa dopo una giornata di lavoro faticosa e non c’è nessuno. Niente per cena, la casa in disordine e i piatti da lavare. Possibile non arrabbiarsi o provare come minimo fastidio? Sta di fatto che mentre cominci a pensare male di chi ti ha lasciato in quelle condizioni, si apre la porta ed entrano tutti i tuoi amici per una festa a sorpresa! Fantastico! Che amici meravigliosi, vero?
La domanda è: per cosa ti arrabbiavi o provavi emozioni negative se in realtà nessuno ti aveva lasciato solo e senza cena? Per quello che accadeva? No, ovviamente, visto che stavi per ricevere una festa a sorpresa con le persone più care! Stavi male per quello che pensavi tu: sono solo, senza cena e tutti se ne fregano di me! Reazione valutativa, sei tu che decidi che emozioni provare.
D’altronde, se davvero le tue emozioni dipendessero da quello che succede, non dovrebbero provarle tutti allo stesso modo? Vedo un fiore e sono contento, tutti dovrebbero essere contenti. Non ti è mai capitato di avere reazioni diverse dagli altri? O di pensare che quel che altre persone provavano fosse strano, assurdo e per niente normale? Sai perché succede? Perché ognuno di noi ha emozioni diverse in base a cosa pensa. Altrimenti tutti saremmo uguali, e questo non è vero.
So che non è facile spiegare una cosa simile.

Osserva le tue emozioni: e scopri come le hai scelte

Il punto è che tu vuoi essere felice e solo quando inizierai a capire seriamente che tu generi questa emozione, potremo lavorare per cambiare la tua vita. Ecco quindi cosa devi fare.
Per prima cosa eliminare le emozioni negative. Rabbia, ansia, paura, tristezza, delusione. Ti sembrano compatibili con la felicità? Già, non molto. Ma se tu crei queste cose, perché è ciò che pensi che ti fa vivere quell’emozione, che ne dici di smettere subito? Facile, starai pensando, e come si fa? Te lo spiego in un minuto scarso.
Da ora presta molta attenzione a quando senti un’emozione. Rabbia? Benissimo! Osserva la rabbia e chiediti come la stai creando. Poniti questa domanda meravigliosa: Come la sto creando?
Quindi osserva i tuoi giudizi (questo è sbagliato!), la tua paura (se fai così starò male) insomma, vai alla ricerca dei pensieri con cui ti stai facendo arrabbiare. Devi capire la valutazione che hai di quello che stai vivendo. Ti do qualche suggerimento:
  1. Qualcuno ti tratta male?
  2. Ti aspettavi che un amico facesse qualcosa e non la fa?
  3. Alcune persone non si comportano come ti avevano promesso?
  4. Stai vivendo delle situazioni difficili che ritieni ingiuste?
Ricerca sempre alcuni elementi che sono fonte delle tue emozioni negative: pretese, cioè quando vuoi che gli altri facciano come dici tu, pericoli, quando qualcosa potrà farti del male, o semplicemente renderti infelice, ingiustizie, quando vivi esperienze che non dovresti vivere, che non meritavi. Queste cose, pretese, pericoli e ingiustizie, sono alla base di ogni tua emozione negativa.

Non c’è niente che determini la tua vita a parte le tue scelte

Conosci Giusy Versace? È una ragazza che di recente ha vinto alcune medaglie d’oro alle Olimpiadi e una gara di ballo nazionale. L’unico particolare è che ha perso le gambe circa dieci anni fa. Perché ti racconto questa storia? Perché in un’intervista ha detto qualcosa di prezioso per vivere felici, e mi offre il gancio per dirti cosa fare una volta che hai individuato i pensieri che creano le tue emozioni.
Subito dopo l’incidente si lamentava dalla sua ingiusta sorte: chi vorrebbe perdere entrambe le gambe? Nessuno, appunto. Lei credeva in Dio, e ci crede tutt’ora, e si chiedeva sempre perché proprio a lei. Perché così tanta sfortuna proprio a lei. Che male aveva fatto per meritarselo? Familiari queste domande? Probabilmente, anche per cose molto meno gravi. A un certo punto ha cominciato a sentire dentro di sé una risposta a queste domande, che l’ha cambiata: è perché non a te?
Devi cambiare il modo in cui osservi la vita e valuti ogni evento. Ecco cosa fare concretamente:
  1. Quando trovi un’ingiustizia, quanto pensi perché proprio a me, non me lo merito, ricorda la risposta che Giusy ha sentito, ricorda che succede a tanti, per quale motivo non dovrebbe succedere a te? Smetti di pensarti vittima dell’ingiustizia, apri gli occhi e comincia a rispondere a quel che ti accade, invece di lamentartene. Tra poco ti spiego come.
  2. Quando scopri una pretesa, molla la presa. Ti fa piacere se gli altri pretendono che tu faccia questo o quello, quando e come dicono loro, che controllino, in parte, la tua vita? O preferisci essere libero di decidere tu cosa fare, come agire, in cosa credere? Osserva le pretese e inizia a lasciarle andare. Anche in questo caso, tra poco, vediamo come farlo.
  3. Quando vedi una minaccia, devi iniziare a cercare una soluzione. Ricorda che qualcosa ha il potere di spaventarti solo a una condizione: pensi di non poterla affrontare e sei convinto che ti negherà la felicità che desideri.
Ok, come fare a risolvere questi tre problemi?

Ogni problema ha una soluzione, e ora saprai come trovarla sempre.

Imparando a trovare soluzioni. Quando hai difficoltà e sfide, quando vivi situazioni per cui avresti pensato non è giusto, non me lo merito, cambia atteggiamento e cerca delle vie d’uscita. Invece di concentrarti su quello che va male, invece di pensare a cosa sia sbagliato, ingiusto e cattivo, invece di pensare sempre che siano gli altri il problema e che sia loro il compito di cambiare le cose, fallo tu, diventa responsabile e agisci. Ecco le domande che devono trovare posto nella tua mente:
  • Come posso risolvere questo problema? Focalizzati sulle soluzioni. Ricorda che le tue emozioni le crei tu. Niente ti farà infelice se tu non ti lasci schiacciare dalle sfide della vita. Cerca soluzioni, alternative, possibilità.
  • Ora che ho questo problema, come posso conviverci? Perdere le gambe è un’esperienza difficile, ma Giusy è un esempio di come si possa reagire anche a simili difficoltà. Non puoi cambiare molte cose, ma vivere alla grande ugualmente, pensando a come dare il meglio, a come trovare gioia in quel che puoi fare.
  • Senza l’aiuto degli altri, come posso fare? Questo ammazza le tue pretese. Se ti abitui a dipendere dagli altri, pretenderai sempre di più da loro e comincerai a generare le tue emozioni negative perché ti aspetti troppo da chi ti sta vicino. Non badare a cosa fanno loro, pensa a cosa fai tu. Cerca il modo di raggiungere gli obiettivi che desideri anche senza la collaborazione degli altri.
L’ingrediente segreto della felicità è però l’amore. Non parlo di trovare una persona che ti ami. Anche questo non ti renderà felice di per sé. Parlo di amare, tu. Sì, dico proprio a te: amare gli altri senza chiedere niente. Si chiama amore incondizionato.
Cerchiamo di fare il punto della situazione.
Ti ho spiegato che le tue emozioni sono frutto di come vivi, di cosa pensi. Felicità compresa. Se vuoi essere felice, devi quindi scegliere di esserlo. Per prima cosa rimuovi le emozioni negative, e lo fai affrontando ogni difficoltà senza disperare, cercando sempre una soluzione, senza pretendere dagli altri aiuto e sostegno. La tua felicità non dipende da cosa fanno le persone attorno a te, per questo non hai nulla da esigere da loro. A questo punto, libero dalle zavorre che da soli ci creiamo, puoi amare senza condizioni.

Anche la felicità ha il suo segreto

Come si crea, infatti, la felicità dentro di noi? Amando.
  • Offri gentilezza e aiuto a tutti: sii sempre disponibile e dai il meglio, proprio quello che tu vorresti ricevere dagli altri. Offrilo senza chiederne in cambio altrettanto.
  • Vivi con entusiasmo ogni minuto. Osserva ogni cosa che ti circonda con gioia, metti energia e passione in quello che fai.
  • Non avere paura. Una soluzione c’è sempre, devi avere fiducia e cercarla, con decisione, con forza, senza mai perdere la speranza di trovarla. Cerca, chiediti come fare, prova, sbaglia, impara e tenta nuovamente, senza stancarti, senza disperare.
  • Ogni mattina svegliati pensando che sei fortunato ad avere un giorno davanti a te per vivere. Lo so, sembra banale, ma in realtà che garanzia hai di avere tutto il tempo del mondo a tua disposizione? Nelle ultime settimane sono morti diversi personaggi famosi, cantanti conosciuti, e tutto improvvisamente, dalla sera alla mattina. Non sottovalutare mai il dono della vita che hai a disposizione ogni giorno.
  • Comincia a chiederti: cosa renderebbe meravigliosa la vita di chi sta accanto a me? Quindi, per quanto dipende da te, fa tutto quel che puoi per renderla meravigliosa. Sii un esempio di felicità, per cominciare, dona amore, elimina le pretese. C’è tanto che puoi fare per vivere felice!
Sono solo alcune idee. Il segreto è scegliere di amare senza limiti, misura e confini. Più ami senza pretese, più scoprirai che è questo tuo modo di vivere e pensare che genera in te la felicità. Puoi scegliere di amare, di essere disponibile, di cercare una soluzione, di accettare le difficoltà a non lasciarti fermare, di aiutare chi ha bisogno di te, di non pretendere nulla. Puoi farlo e quindi, ovviamente, puoi scegliere di essere felice.
Visto? Che ti dicevo? Puoi scegliere la felicità anche adesso.
Il bello è che niente e nessuno potrà togliertela quando scoprirai che sei tu a crearla. Sei libero. Da ora sai che puoi gioire anche se difficoltà e problemi si mettono sulla tua strada. Non temere, ne avrai sempre. Puoi essere felice ugualmente, nonostante tutto. Questa è davvero una cosa meravigliosa, e ti da la possibilità, e la forza, per cambiare la tua vita.
Un abbraccio
Giacomo Papasidero 
http://www.crescita-personale.org/scegliere-di-essere-sempre-felici/#more-4608

MACRO

Etichette

Mostra di più

POST PIU' POPOLARI