BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

ARRIVEDERCI PIETRO....




Ho saputo ora che è mancato un amico disabile. Aveva solo 43 anni e combatteva da anni con la malattia e, alla fine, ha vinto lei. Ho già perso tanti amici per strada, tanti giovani con la vita davanti stroncati da patologie di cui nessuno ha mai sentito pronunciare il nome. Sono malattie rare, ignote ai più e non certo per colpa loro. Persino lo stato ci ignora, tante malattie non rientrano nemmeno nell'elenco approvato costringendo i malati a dover pagare ogni esame, ogni medicina.
A me va "bene" perchè la mia malattia rientra tra quelle croniche degenerative, e quindi ho l'esenzione totale per tutti i farmaci, eccetto la fascia "C" dove rientrano praticamente i colliri (di cui ho bisogno) e le pomate (anche di loro ho bisogno e le pago) ma non mi lamento, a parte quello tutto il resto è gratuito.
Certo preferirei non avere nulla e pagarmi le medicine, ma così non è.
Non esiste ricerca, e le cure sono solo mirate a combattere il dolore, non a bloccare la malattia.
Addio Pietro, lasci la tua bellissima famiglia, ma li ritroverai. Ne sono certa.
Salutami il Capo.
Gabry

post scorrevoli