BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

AMORE FISICO E AMORE SPIRITUALE


Immagine reperita nel web


« È inutile discutere sull’amore fisico e sull’amore spirituale per decidere cosa sia meglio per gli esseri; tutto dipende dalle aspirazioni profonde di ciascuno. Se prendete la decisione di diminuire o perfino di sopprimere i contatti fisici con l'uomo o con la donna dai quali vi sentite attratti, sappiate che ciò ha senso solo se è per meglio assaporare l’amore nelle sue manifestazioni spirituali. Chi vuole rinunciare all’amore fisico senza cercare l’amore sul piano spirituale, si espone a grandi pericoli, poiché non offre a quell'energia le condizioni per esprimersi armoniosamente.
La continenza e la castità non devono quindi essere vissute come privazioni. Conoscere l’amore spirituale non consiste nel privarsi di qualcosa, ma equivale solo a spostarsi, ossia a vivere in alto, nelle regioni dell’anima e dello spirito, ciò che la maggior parte degli uomini e delle donne vive in basso, sul piano fisico. Anziché bere un’acqua stagnante, andrete a bere l’acqua che zampilla dalla sorgente. Non bere affatto equivale alla morte. Bisogna bere, sì, ma l’acqua celeste.  »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

post scorrevoli