BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

Cancro: una possibilità sottovalutata?



>>> Inizia OGGI a cambiare la tua alimentazione: www.Miglioriamoci.net/ingannonelcibo 

Cancro la cura proibita 
Il cancro è considerata una malattia incurabile, inutile sfoderare statistiche ufficiali in cui sembra che la chemioterapia abbia effetti positivi. Lo vediamo tutto intorno a noi, dal momento che a una persona viene diagnosticato un cancro quella è destinata alla morte entro massimo 5 anni, tranne rarissimi casi.
Questo è il massimo che la medicina moderna sembra offrirci.
Sembra non ci siano altre alternative, la scienza ufficiale, dall’alto del suo trono condanna qualsiasi voce si elevi al di fuori dei sui canoni, minimizzando, aggredendo, ridicolizzando tutti coloro che hanno la sola colpa di proporre una cura per il cancro che non segue i protocolli ufficiali.
 

Cancro: una possibilità sottovalutata?
 

È il caso per esempio dell’italianissimo Dott. Tullio Simoncini, medico oncologo radiato dall’ordine dei medici, per aver provato a curare il cancro seguendo una pratica non protocollata e sulla quale nessuno aveva fatto degli studi. Ecco cosa possiamo leggere sull’ordinanza:
Egli ha somministrato bicarbonato di sodio a pazienti affetti da patologie neoplastiche a fini terapeutici. Pratica sprovvista di fondamento scientifico, terapia sperimentale non praticata in Italia, ne prevista da studi , protocolli, o trattamenti specialistici…” ( originale: http://curenaturalicancro.org/images/radiazione2.jpg http://curenaturalicancro.org/images/radiazione3.jpg)
In sintesi, se nessuno l’ha ancora provato allora non è da provare perchè è di certo inefficace. Non mi sembra un gran bel ragionamento, anzi, sembra un ottimo modo per mantenere il controllo e lasciare andare avanti solo le cure che possono portare enormi profitti…

Ma scendiamo nel dettaglio della cura Simoncini:
Il Dott. Simoncini afferma che il cancro è causato dal fungo della Candida. In condizioni normali il nostro sistema immunitario è perfettamente in grado di mantenere sotto controllo la sua diffusione nel corpo. Nel momento in cui il sistema immunitario, per qualsiasi ragione (per esempio additivi chimici, vaccini, farmaci etc.), si trova in difficoltà non è più in grado di mantenere controllata la crescita del fungo della Candida, il quale inizia a colonizzare l’organismo aggredendo un organo. A questo punto il corpo, come difesa ultima contro questo fungo, produce nuove cellule ( le cellule tumorali) per inglobare il fungo e impedirgli di fare danni. Queste due cose, fungo e reazione del corpo, danno origine al tumore.
La cura del Dott. Simoncini consiste nell’aggredire il fungo della candida con il miglior antifungino disponibile: il bicarbonato di sodio. Per essere davvero efficace il bicarbonato di sodio deve essere applicato (in ben determinate concentrazioni) direttamente sul fungo, quindi direttamente sul cancro. Ed ecco il principale problema della cura Simonicni, non tutti i tumori sono facilmente raggiungibili e quindi non tutti i tumori si riescono a trattare con la stessa efficacia. Lo stesso Simoncini per questo chiede aiuto alle case farmaceutiche che potrebbero realizzare un antifungino  in pastiglie, efficace in tutto il corpo, che andrebbe a sostituire il bicarbonato.

Consiglio a tutti, prima di scartare le idee del Dott Simoncini, di guardare attentamente questo video: 




Per approfondire la cura proposta da Simoncini puoi visitare il suo sito ufficiale: http://curenaturalicancro.org/Qui trovi il contatto diretto: http://www.curenaturalicancro.org/per_contattarci.htm
A mio parere non c’è ragione per non sperimentare seriamente questo tipo di terapia. L’unico motivo per cui non la si vuole sperimentare ( così come tante altre) è scritto in questo articolo: “Vogliono farti ammalare
È importante rendersi conto che esistono numerose alternative alla chemioterapia, e molte possono anche dare risultati migliori. Si tratta di terapie portate avanti da persone straordinarie che si sono giocata la carriera per il bene degli altri…

Quando qualcuno dice: “Simoncini è un ciarlatano”  dice qualcosa di illogico a mio parere: che cavolo di motivo aveva un medico-oncologo di giocarsi la carriera portando avanti una terapia, sapendo di proclamare il falso? A mio parere nessuno! 
Se la medicina ricercasse davvero solo e soltanto la salute dell’individuo allora non ci sarebbe motivo di ridicolizzare, radiare, mettere alla gogna personaggi come Simoncini, ma insieme si lavorerebbe fianco a fianco per ricavare il meglio da ogni idea. Questo non succede, e chi ne fa le spese sono tutti i malati che vanno dal medico fiduciosi di essere consigliati nel modo più appropriato.
Naturalmente c’è chi la pensa in modo molto diverso da me e spara a zero su Simoncini definendolo un “guaritore” pericoloso per tutti i malati, per correttezza ecco qui un articolo molto dettagliato che smonta pezzo pezzo tutta le teoria di Simoncini: http://www.eclisseforum.it/2011/11/28/la-cura-simoncini-una-bufala-pericolosa/ te lo segnalo per evidenziare che per ogni cosa esistono posizioni contrapposte, la scelta spetta agli individui, dopo aver valutato ogni cosa… ( e le cose da valutare sono sempre molte, viviamo in un mondo che rende molto difficile trovare la verità).
Concludo sottolineando che la scelta di una cura alternativa deve essere una scelta personale, responsabile, non può essere imposta e non deve dipendere da un articolo come questo. Vedi anche “Cancro: chemio o cura alternativa?“ 

post scorrevoli