SCIENZA E SPIRITUALITA': IL MATRIMONIO DIVINO di Gregg Braden



Vi sono forze meravigliose e stupefacenti dentro di noi. – S. Francesco d’Assisi
Dietro l’esistenza di ogni materia c’è una mente conscia e intelligente – tale mente è la matrice di tutta la materia  - Max Planck, "padre" dei quantum
 

C’è qualcosa “là fuori”. Subito al di là della nostra percezione del mondo quotidiano c’è una presenza, o forza, che è al contempo misteriosa e confortante.
Ne parliamo. La sentiamo. Ci crediamo e la preghiamo, forse senza neanche capire bene cosa sia di preciso! Una serie di pionieristici esperimenti, nell’ultima decade del Ventesimo Secolo, hanno svelato la sensazionale ed incontestabile esistenza di una forma di energia mai riconosciuta in precedenza, una Matrix Divina, che sembra collegare ogni membro della nostra famiglia globale, il creato e gli eventi della nostra vita, in un modo assolutamente inatteso e possente. Dal successo o fallimento delle nostre carriere e relazioni, alla salute della famiglia fino alla pace del mondo, questi studi mettono insieme un un tale corpo di prove da suggerire che noi tutti si possa attivamente partecipare al risultato degli eventi personali, ma anche globali, delle nostre vite. Attraverso documentazioni dei principali istituti di ricerca, gli esperimenti vanno a scuotere le fondamenta della scienza tradizionale testimoniando che:
        ·                               Tutta l’intera creazione è immersa e connessa da un campo di sottile energia.
        ·                               Noi “parliamo” direttamente a questo campo attraverso le emozioni, le convinzioni e la preghiera.
        ·                               Tramite questo campo noi partecipiamo alla guarigione dei nostri corpi, alla pace nelle nostre famiglie, comunità e nazioni.
 
Le antiche tradizioni erano a conoscenza del fatto che questa presenza esiste, chiamandola in svariati modi, da Rete della Creazione a Spirito di Dio. E sapevano anche come applicarla alla propria vita.
Con le parole dei loro tempi, quelle tradizioni hanno lasciato istruzioni dettagliate alle genti del futuro, per descrivere come potremmo usare questa forza invisibile per curare i nostri corpi e le nostre relazioni, e portare pace nel mondo: sono tutte cose che fanno parte della stessa forza. Oggi, noi sappiamo che il linguaggio che collega le tre cose è divenuta una “perduta” modalità di preghiera.
Tuttavia, diversamente dalle preghiere tradizionali che possiamo aver usato in passato, questa tecnica di preghiera non ha parole. Si basa sul linguaggio silenzioso dell’emozione umana. Ci invita a sentire gratitudine ed apprezzamento, come se le nostre preghiere fossero già state esaudite. Tramite questa qualità del sentire, gli antichi erano convinti che si abbia diretto accesso al potere della creazione: lo Spirito di Dio.
Nel 20mo secolo, la scienza moderna ha ri-scoperto lo spirito di Dio nelle vesti di un campo d’energia, che è diversa da qualsiasi altra forma di energia. Sembra essere ovunque, sempre, e che sia sempre esistita dall’inizio dei tempi. Ed esattamente come asserivano gli antichi, il Campo risponde alle emozioni umane!
Indipendentemente da come lo chiamiamo o la scienza oppure la religione lo definiscano, è chiaro che c’è qualcosa là fuori – una forza, un campo, una presenza – che è un “grande magnete”, che ci sospinge costantemente l’uno verso l’altro e collegandoci tutto ad un potere superiore. Sapendo che questa forza esiste, ha a questo punto un’importanza enorme divenire capaci di comunicare con essa, in un modo che sia significativo ed utile per la nostra vita. Infine, potremmo scoprire che lo stesso potere in grado di guarire le nostre ferite più profonde e che crea la pace tra le nazioni, contiene la chiave per la sopravvivenza stessa della nostra specie.
* * *