BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

Icaro e la ricerca della Luce

cosmic-rinascita: "La caduta di Icaro", di René Milot.  "Non rimpiangere tua caduta, o Icaro della impavido flightFor la più grande tragedia di tutti è di non sentire la luce che brucia."  Celebre Life Coach, Oscar Wilde:


La ricerca della Luce è istintiva per ogni persona sul sentiero dell’evoluzione interiore. In generale si manifesta col rigetto dell’ombra e di tutto quel che gli sembra correlato. Quest’attitudine appare ovvia di primo acchito, ma non è senza ostacoli.
Quale mito è più adatto ad illustrare questo processo del mito di Dedalo ed Icaro? DedalO, prigioniero del labirinto, ebbe l’idea di cercare di fuggire per via d’aria; dopo aver recuperato piume d’uccelli , costruì due paia d’ali che applichò con cera sulle sue spalle e quelle del suo figlio. Poi raccomandò a Icaro di non volare troppo alto perché la cera avrebbe potuto sciogliersi al calore del sole. Ma il giovare imprudente , ignaro dei saggi consigli, salì sempre più in alto; le ali si staccarono e lui precipitò in mare, al quale ha dato suo nome, il mare icariano, in Grecia nell’arcipelago delle isole Sporadi. Il mito dovrebbe ricordarci che la ricerca della Luce non è ne semplice ne innocua, e
dobbiamo prendere coscienza che l’universo funziona grazie a due tipi di energia, entrambi indispensabili alla vita e alla sua evoluzione : energie costruttive ed energie destrutturantI, o distruttive. Senza forze distruttive, si arriva a un procedimento di sclerosi ed irrigidimento . La vita organica funziona anch’essa in questo modo: in effetti nostre cellule ricevono sistematicamente un messaggio a rinnovarsi in parti precise del corpo, mentre altre ricevono l’ordine opposto, che le invita a sparire. Contrariamente al pensiero corrente, il processo vitale è dunque basato su una forza, una corrente creativa ( la vita), ed una corrente discreativa ( la morte). In quest’ottica il rifiuto del cambiamento , cioè la morte del Passato, innesca un procedimento degenerativo, e in fin dei conti, la morte.
I ostacoli che ognuno incontra durante la sua vita indicano il momento di cambiare via, o comportamento, ma non di entrare in lotta contro. Spesso l’ostacolo è vissuto come un nemico da combattere, ma invece è un segnale da decriptare. L’alchimista è costantemente invitato a sciogliere e coagulare la materia sulla quale lavora, instancabilmente.
Al livello della coppia per esempio, la donna svolge il ruolo del Solve, e l’uomo del Coagula. Quando questo non è conscio e non accetta questa sottile realtà, la “fa pagare” alla donna con un atteggiamento machilista, presente in tutte le manifestazioni individuali e sociali (famiglia, lavoro, politica), e religiose (la Chiesa, con l’interdizione della funzione sacerdotale alla donna, l’ha emarginata; per non parlare dell’Islam).
Cosi la Luce in eccesso genera l’opposto, le tenebre, dopo un incendio. Le situazioni storiche nelle quali la ricerca della Luce ha esagerato, hanno generato terribili conseguenze, praticamente l’ opposto dell’effetto desiderato. Il comunismo ha generato i gulag, la proibizione vide fiorire la mafia, il culto della Vergine fu macchiato della caccia alle streghe, mandando al rogo migliaia di donne…
La ricerca del Bene come Ideale è legata a una questua basata sulla giustizia e l’equità, ma non è esente di pericoli di cui è meglio essere consapevole. Nell’antica Cina, impregnata della filosofia di Confucius, non si lottava contro il male, ma si ricercava un giusto equilibrio fra bene e male. La tendenza ad assimilare quel che urta l’ordine stabilito al negativo, se non al rivoluzionario, è naturale in Occidente. Ma le rivoluzioni e i loro eccessi si avverano precisamente perché non è stato lasciato sufficiente spazio ai cambiamenti. Nella civiltà greco-latina certe feste pagane come carnevale servivano a liberare le forze di cambiamento; oggi diventate solo spettacolo, queste feste non svolgono più purtroppo il ruolo regolatore delle forze opposte.
La crisi arriva quando il vecchio si rifiuta di morire, e il nuovo non riesce a sorgere
La saggezza è metodica, ma non drastica, integra, ma non offensiva, giusta, ma non assoluta, luminosa ma non abbagliante. 

http://masseria.over-blog.com/2015/05/icaro-e-la-ricerca-della-luce.html

post scorrevoli