IL MISTERO DI "ASMODEO" A RENNES LE CHATEAU


Asmodeus or the Devil in the Rennes-le-Château Church.  Rennes le Chateau is a charming village.:



Rennes le Chateau è diventato luogo di ricerche da quando un prete del paese, Bèrenger Saunière (1852-1917), mentre ristrutturava la chiesa di Rennes trovò all'interno di essa delle pergamene scritte in codice. La scoperta si rivelò subito importante ed egli decise di recarsi a Parigi per farle esaminare. Qui si incontrò tra l'altro con alcuni illustri personaggi dell'epoca, tra cui alcuni esperti di occultismo a cui probabilmente Saunière mostrò le pergamene.
Noi non vogliamo cercare di svelare misteri, quello che cerchiamo di fare è solo di interpretare dei simboli che ci sembra di intravedere per esempio nella chiesa di cui si parla tanto e che era stata consacrata nel 1089 e dedicata a ...Maria Maddalena.
Innanzitutto, possiamo ammirare, prima di entrare, la statua, non a caso, della Madonna di Lourdes posta sul pilastro visigoto, all'interno del quale Saunière avrebbe trovato i manoscritti.
Ci incuriosisce vedere che sul timpano si nota un triangolo equilatero che ci ricorda la cultura egizia e possiamo ammirare la statua della Maddalena, ai lati della quale vi sono 4 vasi contenenti delle rose, 3 a vaso, per un totale di 12.

Ai lati dell'ingresso due colombe che ci ricordano i Catari. E’ da ricordare che la colomba bianca è un simbolo alchemico che rappresenta il colore bianco (albedo) della materia prima che si trasforma in pietra filosofale.

Per i cristiani la colomba è simbolo dello Spirito Santo, dell'Anima pura, ma diventa anche simbolo di armonia, delle azioni buone, della purezza animica; in Grecia simboleggiava la Grande Madre che era sacra ad Afrodite, Venere, ed il pianeta Venere era accostato alla Maddalena...

Ma l’aspetto più insolito si coglie all’interno della chiesa dove entrando, sulla sinistra, si nota l’inquietante figura del diavolo Asmodeo.

Secondo la leggenda, questo spaventoso personaggio era il guardiano del tesoro di Salomone nel Tempio di Gerusalemme. Impressionante notare che sostiene,con aria tutt’altro che sottomessa, l'acquasantiera. Perché Sauniere scelse di introdurre questa figura nella casa di Dio? Asmodeo è forse rappresentato anche qui a guardia di qualcosa?

Sopra l’acquasantiera, 4 angeli (quattro elementi: aria, acqua, fuoco, terra) nell'atto di fare il segno della croce, poggiano su uno zoccolo formato da due salamandre e non a caso la salamandra vive nell'elemento fuoco come la pietra filosofale; è simbolo della Pietra incandescente, dello zolfo incombustibile, è accostata alla Fenice che risorge fra le fiamme. Per i Cristiani simboleggia l'uomo giusto.
Ci chiediamo quale sia il significato dei quattro angeli... e perché si è voluto creare un legame con Asmodeo guardiano della materia?

Forse Asmodeo in questo caso non è il guardiano di un tesoro materiale, ma è il guardiano di un tesoro spirituale, la propria essenza divina, che si raggiunge solo dopo il superamento delle iniziazioni legati ai vari elementi aria, acqua, terra, fuoco.