BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

Concentratevi sull’acqua – Aivanhov

nuoto prolungando la mia bracciata verso l'ultimo sole. Alzo lentamente il braccio, uno dopo l'altro e infilo partendo dalla mano nell'acqua senza alzare troppi schizzi, voglio fondermi con il mare. Mi piace immergermi trattenendo il fiato più che posso, cerco sempre qualcosa sul fondale basso. Linda:



«Riempite d’acqua una coppa o un bicchiere… Seppure in quantità così esigua, quell’acqua rappresenta tutte le acque della terra, poiché simbolicamente, magicamente, una sola goccia è sufficiente per collegarci a tutti i fiumi, a tutti i laghi, a tutti gli oceani. Concentratevi sull’acqua di
quella coppa piena, salutatela affinché diventi ancora più viva e vibrante, ditele quanto la ammirate, quanto la trovate bella, chiedetele di darvi la sua chiarezza, la sua trasparenza.
Poi, dopo esservi ben lavati le mani, potete toccare quell’acqua, immergervi le dita pensando che state entrando in contatto con il suo corpo eterico, che assorbite le sue vibrazioni e ve ne impregnate. Se farete questo esercizio con un sentimento sacro, sentirete il vostro corpo vibrare in armonia con tutta la natura, sarete alleggeriti, purificati, e anche il vostro cervello funzionerà meglio. E dato che, tra i quattro elementi, l’acqua è quello che più intimamente si mescola con il nostro organismo, potete anche berla pensando di stabilire così delle comunicazioni con le forze vive dell’universo. Ma bevetela lentamente, con la consapevolezza di ricevere quel fluido cosmico che disseta e nutre tutte le creature.»
(Omraam Mikhael Aivanhov)

post scorrevoli