PENSIERO SPIRITUALE DI AIVANHOV

O almeno un un buon pto di partenza...:


« A volte proviamo la sensazione che l'immensità, l'illimitato, sia la vera patria della nostra anima. Questa sensazione non è un'illusione: ha la sua origine nella nostra struttura psichica. Perciò, coloro che rifiutano di prendere in considerazione le necessità della propria anima, sentiranno sempre, nel profondo, una specie di insoddisfazione. Anche se saranno fortunati, anche fra gli onori, i successi e la gloria, avranno sempre la sensazione che manchi loro qualcosa. Ed è inutile che cerchino con qualsiasi mezzo di negare o reprimere tale sensazione, poiché essa è lì per obbligarli ad avanzare sul cammino che li condurrà fino alla Sorgente della luce.
Dio non può essere visto né udito né toccato né spiegato né raggiunto. Ora, noi siamo abitati dal bisogno irresistibile di andare alla Sua ricerca, ed è Dio stesso che ha messo in noi questo bisogno affinché non smettiamo mai di avanzare. L'essenziale è non fermarsi mai. »
 
Omraam Mikhaël Aïvanhov