Evoluzione dei rapporti tra Alta-Finanza, Giudeo-Massoneria e Comunismo: dominio Rothschild / 1


Lord Jacob Rothschild:
                                                                   Lord Jacob Rothschild      


Integrazioni e aggiornamenti a cura della redazione di  quieuropa.it e luogocomune.net

Il lato occulto della storia: 150 anni di dittatura Rothschild,
150 anni di dominio giudeo-massonico in Italia,
oltre tre secoli nel resto del mondo



Premessa – di Padre J. Lemann (1836-1915)        
“L’immaginazione d’Israele non ha mai smesso di essere abitata da un sogno di dominio universale; di modo che, a causa di queste disposizioni innate e tradizionali di ostilità, e a questo sogno del dominio, tutti gli ebrei partecipano – volente o nolente – al ruolo di persecutori giocato da un certo numero di essi che hanno preso posto nelle logge massoniche, e addirittura le dirigono (…)
La migliore prova è
che nessun rabbino o nessun israelita di una certa fama
si è alzato per protestare contro la persecuzione
che affligge i cattolici”.

(…) Assenti dalle Logge massoniche, anche gli israeliti onesti portano il peso della persecuzione contro i cattolici, perché non hanno ancora avuto il coraggio di biasimarla e di smentire il loro coinvolgimento”. (1)
(1)    Vedi: Padre Joseph Lemann, “Rothschild”, Rivista Les Contemporains (nº 173, del 2 febbraio 1896): Il ruolo del ghetto nell’apostasia contemporanea

Giudeo-Comunismo, il vero oppio dei popoli    
Roma – di Sergio Basile e Don Curzio Nitoglia –
Molto è stato scritto sui rapporti tra politica, alta finanza, giudaismo e massoneria. Molti cercano di screditare tale asserto come “complottismo fantasioso”, invece se si studiano attentamente i nomi di coloro che dirigono l’Italia e i governi del mondo, si trovano unite indissociabilmente le seguenti forze: giudaismo, massoneria, finanza bancaria e industriale,americanismo e bolscevismo. Vediamo nomi e fatti.

“Contra factum non valet argumentum”

Questa è la miglior confutazione alle evanescenti tesi degli anti-complottisti. Come si constata (“sensu constat“, direbbe San Tommaso d’Aquino) chi in concreto dirige il Paese non è il politicante eletto pubblicamente dal “popolo sovrano”, ma il banchiere occulto, il massone segreto, l’ebreo apolide, l’americanista globalizzatore e il comunista radical chicche è l’ultima ruota del carro per ingannare le masse e tenerle buone.

Il vero oppio dei Popoli è il comunismo
e non il cattolicesimo
(come aveva cercato di imbrogliare, truccando l’aforisma
l’ebreo-comunista  e satanista Carlo Marx).

Ormai anche i funesti ed illusori veli delle “democrazie” e dei partitismi politici appaiono irrimediabilmente squarciati dalla verità della storia e del tempo. Come giudicare, ad esempio, il fatto che dal 2011 l’Italia non ha più un governo eletto? Come valutare la progressiva e vergognosa privatizzazione della Banca d’Italia dei primi anni Novanta? Come leggere lo strapotere in Europa prima della privata Banca d’Inghilterra e poi della privata BCE o l’egemonia sull’economia mondiale della City of London, di Wall Street e della Federal Reserve Bank? Eppure le grandi rivoluzioni e guerre dell’era moderna e contemporanea hanno visto sorgere la bandiera del socialismo in quasi tutte le nazioni del mondo,pur essendo state concepite ed orchestrate parallelamente  e contestualmente all’instaurazione su scala globale di questi nuovi “equilibri” economici, monetari e finanziari. Possibile che nessuno colga le relazioni?

 La famiglia dello scudo rosso                             
Oggi, indipendentemente dalle bandiere e dai finti alterchi parlametari, dunque, la sostanza non cambia. Vediamo ora qual è la vera natura/storia di alcuni degli uomini di punta posti a capo della piramide di potere del “Sistema” (ndr), in un modo o nell’altro collegati alla famiglia di banchieri più famosa e potente del mondo: Rothschild. La dinastia di banchieri giudei, come apprendiamo dagli accurati studi di Padre Joseph Lemannebreo convertitosi al cattolicesimo (1), nella rivista  Les Contemporains (nº 173, del 2 febbraio 1896), fu generata dal capostipite Mayer Amshel (1744-1812) che adottò il cognome “Rothschild” (Rothern Schild: lo scudo che servì a Davide, assieme alla fionda, per abbattere Golia) per motivi prettamente religiosi, collegati all’ebraismoA questa famiglia ebraico-tedesca si deve storicamente la fondazione della setta segreta degli Illuminati di Bavieraculla esoterico-massonica del comunismo e architrave posta a capo dell’intero sistema bancario internazionale e, quindi, reale motore che muove finanza, economia e politica.
I Rothschild sarebbero, dunque, dietro le principali vicende storiche dell’era moderna e contemporanea, in qualità di oscuri burattinai, pur senza comparire mai nei libri della “storia ufficiale”. Lo stemma di famiglia contemplò in origine un’aquila romana contornata da uno scudo rosso.  “Scudo Rosso” in lingua tedesca è Rothschild. Per essere più precisi: “Rothschild” derivò da “Rothen Schild“, derivazione di Red Schield: lo scudo che Re Davide utilizzò, assieme alla fionda – ribadiamo – per abbattere il gigante Golia (l’odiato cristianesimo, per i seguaci dell’ebraismo talmudico). Il marchio di una vendetta lunga duemila anni, che poté attualizzarsi pienamente nell’humus della Rivoluzione Francese.

«Ora tocca a noi: la rivincita del Talmud sul Vangelo!
Viva il 1789, il nostro nuovo Sinai»!(2)
(1)  Divenuto sacerdote insieme al fratello Augustine
(2)  Cit.: Padre J. Lemann, “Rothschild”Les Contemporains, 1896

Nascita della stirpe Rothschild                        
Mayer Rothschild da Gertrude Schnapper (3) ebbe cinque figli: Amschel (1773-1855), Salomon (1774-1855), Nathan (1777-1836), Karl (1788-1855) e Jacob (1792-1868). Il primogenito Amschel rimase a Francoforte (4), storico quartier generale Rothschild, Salomon andò aVienna, Nathan a Londra, Karl a Napoli e Jakob a Parigi. Nelle principali città europee i Rothschild fondarono il loro impero bancario, con l’aiuto di fidi vassalli e correligionari, sensibili all’ammaliante fascino delle banconote. La famiglia ideò allora un nuovo emblema che li potesse meglio identificare:

cinque frecce (5 fratelli)
che s’incrociano intersecandosi in un unico punto
(mission della famiglia: il potere e dominio totale, esteso a tutto il globo).

Ovviamente questa “grande opera” rivoluzionaria non si limitò all’Europa, anche se l’impulso primario nacque nel cuore del Vecchio Continente, quale sfida estrema all’odiato Cristianesimo. Particolarmente fortunata fu la “missione” di Nathan a Londra, anche grazie al matrimonio con Hannah Barent Cohen (1783-1850), figlia di uno dei più ricchi mercanti ebrei londinesi, e all’amicizia con il Duca di Wallington.
(1)   Figlia degli ebrei-tedeschi Wolf Salomon Schnapper  e Bejle Schnapper;
(2)   Non a caso oggi Francoforte ospita la BCE (Banca Centrale Europea)

Dominio Rothschild oltre i confini europei     

“Non si muove foglia che Dio Rothschild non voglia”
La creazione di una banca centrale Rothschild negli Usa, fu la vera causa della Guerra d’Indipendenza Americana, mascherata dietro la bandiera della lotta per l’emancipazione dallo schiavismoAbramo Lincoln si oppose al piano egemonico dei banchieri d’origine ebraica, emettendo biglietti di stato che potessero autofinanziare l’economia degli States, bypassando il sistema bancario.

Un agente Rothschild, impegnato nella guerra contro Lincoln, fu l’occultista e satanista Albert Pike, fondatore del KKK e Gran Pontefice della Giudeo-Massoneria Americana, nonché correligionario e “fraterno amico” dell’illuminato Giuseppe Mazzini (5)L’assassinio di Lincoln e la monopolizzazione del sistema bancario Usa, e contestuale confisca della sovranità monetaria ai danni del popolo americano, segnò l’ascesa del modello FED (Federal Reserve: banca centrale Usa controllata, in gran parte, proprio dai Rothschild e dal cartello bancario riconducibile ad 8 famiglie (6)) e nel contempo l’ascesa del germe del Comunismo negli Usa, poi esportato in Russia mediante la “Rivoluzione Bolscevica” (1917), finanziata e gestita da banchieri rientranti nell’orbita Rothschild, come Jacob Schiff (7).

(7) Cfr.: Eustace Mullins – The Secret of Federal Reserve, 2009;

Le rivelazioni di Cherep Spiridovich                 
Cherep Spiridovichalto ufficiale dei Romanov, in Hidden Hand o Secret World Government” (La Mano Nascosta o il Governo Segreto del Mondo) descrisse in maniera dettagliata, con una visione chiara e “scientificamente profetica”, nomi e cognomi dei componenti principali della struttura dominante, rientrante, in gran parte, della piramide di potere Rothschild.
Spiridovich vide nel declino francese un disegno pianificato votato all’auto-sterminio della razza ariana, e proteso all’instaurazione di un rapporto di dipendenza nei confronti della Germania, sostanziatosi nel pagamento d’indennità di guerra; egli attribuì ancora la regia degli sconvolgimenti che stavano mutando – ed avrebbero mutato – per sempre il volto dell’Europa a Edward Rothshild V e ai suoi “300 giudeo-mongoli“, identificati nell’opera citata come la stirpe di Satana e come “l’apice occulto della piramide del Governo Mondiale” (la cosiddetta Setta della Mano Nascosta o “Governo Ombra”(8).
Tale rivoluzione fu, evidentemente, non solo economico-monetaria o militare; essa fu soprattutto culturale e religiosa, protesa subdolamente a nascondere il volto di Dio agli uomini, affinché indirizzassero la loro adorazione verso nuovi idoli (neo-paganesimo).
Il piano séttario ha detto alle moltitudini:
«Adorerete tre cose che sono le fonti di tutti i favori e di tutti i godimenti:
l’oro, la prostituta e il potere». (9)

(9) Cit.: Padre J. Lemann, “Rothschild”Les Contemporains, 1896

Potere sconfinato fondato sulla carta e sull’oro 

Datemi la possibilità di emettere la moneta di un Paese,
e non m’importerà chi farà le sue leggi”
Nathan Rothschild
Dove c’è il potere incontrastato di creare dal nulla l’oro-carta (o moneta-debito), mediante semplice atto tipografico, c’è il vero potere! I Rothschild, come tutti i loro predecessori, costruirono il loro impero, in parte, sul nulla, cioé sulla carta, mettendo a frutto quello che possiamo definire il più grande inganno satanico della storia (10) mediante il metodo della riserva frazionaria o signoraggio bancario di secondo livello; oppure esercitando il loro controllo diretto sulle banche centrali di emissione, mediante il possesso di rilevanti quote azionarie.  d’altra parte è anche vero che, notoriamente, dove c’è il potere lì c’è l’oro!

La capacità di trasformare la materia in oro
è da sempre l’aspirazione regina degli alchimisti,
trasposta nel mito della pietra filosofale
(segreto più occulto della giudeo-massoneria).

E’ una verità storica incontrovertibile! E’ interessante sapere come dal 1919 fino ai nostri giorni la banca Rothschild ospitò e presiedette per due volte al giorno il fixing mondiale del prezzo dell’oro, stabilendone il valore (11). Oggi  il punto di riferimento per le quotazioni dell’oro è sempre la città di Londra (vedi: London Gold Fixing), ma l’organismo deputato al fixing è la LBMA (London Bullion Market Association: cui membri sono rappresentanti della Barckays Bank, della Bank of Nova Scotia Mocatta, Deutsche Bank, Société Générale ed HSBC Bank)(12).

Comunque in una delle loro Ville a Francoforte, nel sontuoso salone Delan M.,
ogni mattina e pomeriggio i rappresentanti delle cinque Bullion Houses della City
si riuniscono per decidere il prezzo dell’oro.
I Rothschild restano all’apice della “piramide bancaria” del Regno Unito:
non a caso la divisione di consulenza finanziaria dei Rothschild
è il punto di riferimento per le finanze della famiglia reale britannica
e per la nobiltà inglese

(11) Cfr.: Sito ufficiale della famiglia www.rothschild.com; 
(12) Presso la LBMA, alle ore 10,30 e alle 15,00 di ogni giorno, ha luogo il fixing dell’oro, cioé la definizione del prezzo che funge da riferimento a livello internazionale. Cfr.: www.lbma.org.uk;
Il duplice obiettivo delle grandi guerre           

Sir Evelyn Rothschild è attualmente il consulente finanziario personale della Regina Elisabetta II (13).Anche l’oro nero rientra storicamente nel sistema di potere di famiglia, in maniera diretta o indiretta. Pare che una banca della famiglia Rothschild abbia finanziato John D. Rockefeller ed il suo impero legato alla raffinazione del petrolio, poi sfociato nella fondazione della Standard Oil. Inoltre, dopo la Prima Guerra Mondiale, nel 1922, i Rothschild misero a disposizione fondi per la ricostruzione in paesi come Francia, Germania, Cecoslovacchia e Ungheriatrasformando la guerra in un grande business:
le grandi guerre della storia,
promosse e finanziate per fini diabolicamente religiosi,
hanno sempre sortito un duplice e contestuale effetto:
 indebolire i potentati cristiani (non protestanti)
favorendo i principati giudeo-protestanti
e far guadagnare fortune immense ai banchieri,
legati a doppio filo con questi ultimi.


Gli ebrei che si allontanarono dal culto del Dio della Bibbiail Dio di Gesù Cristo e della Santissima Trinitàdanzarono intorno al vitello d’oro e si prostrarono ad esso: lo spirito del secolo è diventato ebraico, sotto l’influsso silenzioso e occulto del Talmud e della Cabala –libri sacri all’ebraismo ed alla giudeo-massoneria, profondamente anti-cristiani – e dietro il fascino perverso della nuova pietra filosofale della giudeo-massoneria: la moneta-debito. In questa danza pagana tutti i popoli, plagiati ed ammaliati dal potere delle ideologie, ballano intorno all’unico altare: come ben rapprentato da Mozart nel suo “Flauto Magico”. Rothschild appare alle folle come il principe dei nuovi eletti: la borsa è oggi il suo tempiola moneta-debito (sterco di Satana) l’arma più potente (14).
Storia moderna: un mistero per gli ingenui   
“Il denaro è il dio dei nostri tempi, e Rothschild è il suo profeta”
Heinrich Heine
“I Rothschild hanno conquistato il mondo in modo più completo,
più astuto e molto più durevole
di quanto non abbiano fatto in precedenza tutti i Cesari.
Frederic Morton

Alla luce di ciò comprendiamo come la storia moderna resti un mistero insondabile solo per chi ignori le profonde interrelazioni esistenti tra giudeo-massoneria, finanza, sistema bancario e comunismo. Ignorare le dinamiche familiari del clan Rothschild è, dunque, impossibile per chi vuole avere una reale immagine della storia.
Non a caso, nel 1818,
il segretario del principe austriaco Metternich, scrivendo dei Rothschild,
affermava che essi sono le persone più ricche d’Europa.

Questo vale, evidentemente, anche per la storia contemporanea: personaggi del calibro di Tony Blair, Gerhard Schroeder e Boris Elstin sono stati consulenti/collaboratori dei Rothschild; Jeff Rothschild è tra i capi di Facebook; la famiglia controlla il tesoro del Vaticano dal 1823; hanno pure fondato il supermercato Esselunga; sono collegati alla Care International, uno dei maggiori gruppi internazionali di volontariato; lo Chateau Lafite (il vino più caro del mondo) lo Champagne Brut, e il Bordeuax Mouton portano il nome Rothschild; l’illuminato Hitler – nipote di un Rothschild – ed il suo mito-diabolico furono creati dai Rothschild (15), mediante la fondazione della setta occulta della Società Thule e il contributo essenziale della Banca d’Inghilterra e della Union Bank (su interesse di Prescott Bush, nonno di George W. Bush, della loggia occulta degli Skull and Bones). Dietro l’ombra dei Rothschild, come visto, anche i magheggi diJacob Schiff e il finanziamento della Rivoluzione Russa: da Schiff partì l’ordine a Lenin, di attaccare il Palazzo d’Inverno (16). La Standard Oil dei Warburg gestiva Auschwitz, ma era ufficialmente dei Rockefeller: altre creature Rothschild (17). Essi possedevano anchei mezzi di comunicazione, e così influenzavano la pubblica opinione e la storiografia ufficiale (18). (Fine prima parte)

Sergio Basile, Don Curzio Nitoglia  (Copyright © 2017 Qui Europa)
Integrazioni e aggiornamenti a cura della redazione di quieuropa.it e luogocomune.net