"ARIANNA" DI GABRY FOGLI




Sono madre, madre di tre figli, e questa sera riflettevo sulla
definizione di "legame" tra madre e figlio...Legame, certo...tutti
sappiamo che il bimbo, dentro l'utero, è "legato" al corpo della
madre e vive in sintonia con lei attraverso il cordone
ombelicale...il primo legame...quindi ci affacciamo alla vita e già
siamo uniti a qualcuno.
Nasciamo e siamo completamente incapaci di accudire noi stessi ed abbiamo necessità di chi si prenderà cura di noi in tutto e per tutto, fino a quando potremo provvedere da soli a noi stessi.
Prima dipendiamo dai genitori, poi reclamiamo la nostra
indipendenza e passiamo subito a cercare un altro legame,
un altro rapporto, e lo troviamo nel compagno, compagna.
Questo mi ricorda il mito di Teseo.
Come potè Teseo sconfiggere il Minotauro ed uscire
incolume dal labirinto?
Potè farlo perchè aveva un legame, e ciò dovrebbe
farci riflettere sul fatto che se non abbiamo un rapporto
non siamo in grado di compiere nessuna azione.
Il legame rappresenta la possibilità di conoscere ed affrontare il mondo, ci apre all'esistenza e ci mostra la realtà in tutta la sua drammaticità.
Teseo si offre volontariamente di entrare nel labirinto, ed inizia a
percorrere quel cammino difficile che viene chiamato "Iniziazione",
un percorso accidentato, doloroso, arduo, che ci chiede di
diventare "eroi", di vivere la nostra leggenda personale.
I miti ed i riti iniziatici preparano ad una nuova nascita, ma questa volta essa non sarà fisica.
Il momento del parto ci impegna nel nostro primo
viaggio, che compiremo soli, ma collegati da un filo, il cordone
ombelicale, alla fonte di vita.
Teseo Affronta da solo il Minotauro, anzi, va volontariamente a cercarlo e lo sconfigge.
Ma riuscirà a salvarsi ed uscire incolume dal labirinto solo grazie ad un legame, ad un filo, che reggeva Arianna...il femminile...
L'impresa più grande che un Uomo si trova a dover affrontare è comprendere il senso delle cose e ad attribuire agli eventi il giusto valore ed il giusto significato.
Nel labirinto si vive la dimensione della solitudine
come in ogni momento cruciale della nostra vita, ma quando c'è un
legame tutto può essere vissuto in maniera differente e darci la
forza per affrontare l'ignoto e ciò che ci spaventa. Il nostro filo
di Arianna...
 
Gabry Fogli