CHE COSA FARA' LA MEDITAZIONE PER RISOLVERE I MIEI PROBLEMI ?






Se sei chiaro, se puoi vedere, i tuoi problemi esistenziali si dissolvono.
Lascia che ti ricordi l'uso del termine "dissolversi". Non sto dicendo che
troverai le risposte, le soluzioni ai tuoi problemi, no. Sto parlando solo

dei tuoi problemi esistenziali; a questi si riferiva la tua domanda.
Questa è la cosa principale da capire sui problemi esistenziali: sono creati
dalla mancanza di chiarezza nella tua visione. Ma non occorre che prima tu
li veda chiaramente, poi trovi la soluzione, e poi cerchi di applicarla. No,
il processo non è così lungo, il processo è molto semplice e breve.
Nel momento in cui riesci a vedere chiaramente il tuo problema esistenziale,
esso si dissolve.
Non è che ora hai trovato una risposta da applicare e un giorno o l'altro
riuscirai a distruggere il problema. Il problema esisteva a causa della tua
visione non chiara. L'avevi creato tu.
Ricorda ancora, sto parlando dei problemi esistenziali. Non sto dicendo che
se la tua macchina è rotta semplicemente ti siedi in silenzio e vedi
chiaramente qual è il problema: il problema è chiaro, ora devi fare
qualcosa. Non si tratta di sedersi semplicemente sotto un albero a meditare
e, aprendo ogni tanto gli occhi, vedere se il problema è risolto o no.
Questo non è un problema esistenziale, è un problema meccanico. Se il tuo
pneumatico è bucato, devi cambiare la ruota.
Stando seduto non succede; semplicemente ti alzi e cambi la ruota. Non ha
niente a che fare con la tua mente e la tua chiarezza, ha a che fare con la
strada di campagna.
Cosa ha a che vedere la tua chiarezza con la strada di campagna? Se fosse
risolvibile a quel livello, i tremila meditatori qui riuniti non potrebbero
riparare una strada di campagna? Se solo la meditazione fosse sufficiente,
al mattino trovereste una strada asfaltata.
Ma la domanda si riferisce solo ai problemi esistenziali. Per esempio, ti
senti geloso, arrabbiato, provi una sensazione di inutilità. Ti trascini qua
e là. Senti che la vita non ha più gusto. Questi sono problemi esistenziali
e nascono dalla non chiarezza della tua mente.
Così come la non chiarezza è la sorgente da cui nascono, così la chiarezza
conduce al loro dissolversi. Se sei chiaro, se puoi vedere con chiarezza, il
problema sparirà.
Non devi fare nient'altro. Solo guardare, osservare il suo intero processo:
come il problema nasce, come si impossessa di te, come ne vieni
completamente oscurato, accecato; e come inizi a comportarti da pazzo, cosa
di cui poi ti penti, perché ti rendi conto che era pura follia, per cui:
-".....l'ho fatto malgrado me stesso. Non volevo farlo, ma l'ho fatto. E
anche mentre lo facevo, sapevo che non volevo farlo".
Ma era come se tu fossi stato posseduto.....


(di Osho: From Misery to Enlightenment Cap. 20 )