BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

NESSUNO NASCE, NESSUNO MUORE



Qual è la differenza tra 'CONSAPEVOLEZZA' e 'COSCIENZA',
ammesso che ci sia?"
- chiese il saggio a due suoi interlocutori;

e così poi rispose:

la 'CONSAPEVOLEZZA' è dell'Assoluto e perciò al di là dei tre guna (differenziazioni fenomeniche);
laddove la 'COSCIENZA' è una cosa nutrita e limitata dal corpo-cibo.

Quando il corpo-cibo viene distrutto,
anche la coscienza scompare.
Ma attenzione, nessuno muore:
il corpo, fatto dei cinque elementi,
quando è senza vita si mischia con gli elementi
e la 'COSCIENZA' che è soggetta ai tre guna, ne diventa libera.

La 'CONSAPEVOLEZZA' è lo stato originale primordiale,
prima del concetto spazio-tempo,
senza bisogno di causa, né sostegno.

Semplicemente è.

Comunque, nel momento in cui il concetto della 'COSCIENZA' sorge su questo originale stato di unicità, sorge il senso "Io sono", causando una condizione di dualità.

La 'COSCIENZA' è accompagnata da una forma.

È un riflesso della 'CONSAPEVOLEZZA' contro la superficie della materia. Uno non può pensare alla 'COSCIENZA' come separata dalla 'CONSAPEVOLEZZA';
non ci può essere un riflesso del sole senza sole.

Ma ci può essere la 'CONSAPEVOLEZZA' senza 'COSCIENZA'."

Nisargadatta Maharaj _ (Nessuno nasce, nessuno muore - Insegnamenti)

post scorrevoli