BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

BUON 25 APRILE A TUTTI, MA IO NON FESTEGGIO UNA LIBERAZIONE CHE, OGGI, NON C'E' PIU'


Buona giornata a tutti. Oggi si festeggia la liberazione, ed è sempre bene ricordarla perchè rimanga impressa sopratutto per i giovani, ma oggi l'Italia, il nostro Paese, non è libero.
  • Non è libero di dare un lavoro a tutti i propri cittadini
  • Non è libero dall'occupazione, siamo invasi da una immigrazione che è superiore alle nostre forze, voluta a tavolino per spelucare e guadagnare da pochi a scapito dei molti
  • Non è libero di far studiare i propri figli e di garantire loro un futuro dignitoso
  • Non è libero di curare i cittadini e considera i malati, gli anziani e i disabili un peso per tutti 
  • Non è libero di poter eleggere la propria classe dirigente perchè ci hanno tolto la possibilità di votare il Governo, inoltre siamo arrivati alla "libertà" di scegliere il "male minore" e non qualcuno che "veramente" ci rappresenta e non che pensi solo a come ingrassare a nostre spese
  • Non è libero di assicurare una vecchiaia serena ai suoi anziani dopo che hanno versato contributi per una vita
  • Non è libero perchè non dà pari dignità al lavoro delle donne e non fornisce loro, quando hanno la fortuna di trovare una occupazione, i mezzi per sistemare adeguatamente i propri figli
Potrei continuare, ma siamo tutti consapevoli della situazione politica, amministrativa, sanitaria e sociale del nostro Paese. 
La Germania ha perso la guerra, come noi, ma loro dettano legge in tutta Europa e noi.....siamo i suoi servitori. 
Mi dispiace se qualcuno si sentirà offeso dalle mie parole, ma questo è quello che penso.
Gabry Fogli

post scorrevoli