BENVENUTI SU

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Immagine
Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi presenti e....chissà, forse collaborando oggi, collaboreranno insieme nel futuro.
Ma di questo non ci preoccupiamo, sappiamo che tutto si gioca nell'oggi, perchè è ciò che oggi decidiamo che darà l'impronta al nostro futuro.
Discutiamo di tanti aspetti della vita, alcuni condivisi, altri meno, ma che importa....se non ci fosse un po' di pepe non saremmo reali, ed invece mi piace pensare che siamo persone e non solo nik non meglio identificati.
E' il mondo dei sentimenti, quelli più autentici. Questo blog rappresenta un sentiero, una Via che da tanto tempo percorro, il più delle volte da sola, altre con amici carissimi che il Buon Padre ha posto al mio fianco.
Gli argomenti affrontati sono molteplici, così come molteplici sono le strade che percorriamo ogni giorno. A volte sbagliamo il percorso, ma l'importante è avere …

Archivia

Mostra di più

BUON MARTEDI' A TUTTO IL BLOG


Un giorno, uscendo dal convento, San Francesco incontrò Frate Ginepro: era un frate semplice e buono, e San Francesco gli voleva molto bene; incontrandolo gli disse: «Frate Ginepro, vieni: andiamo a predicare». «Padre mio – rispose – sai che ho poca istruzione; come potrei parlare alla gente?». Ma poiché San Francesco insisteva, Frate Ginepro acconsentì. Girarono per tutta la città, pregando in silenzio per tutti coloro che lavoravano nelle botteghe e negli orti; sorrisero ai bambini, specialmente a quelli più poveri; scambiarono qualche parola coi più anziani; accarezzarono i malati; aiutarono una donna a portare un pesante recipiente pieno d’acqua. Dopo aver attraversato più volte tutta la città, San Francesco disse: «Frate Ginepro, è ora di tornare al convento». «E la nostra predica?». «L’abbiamo fatta, l’abbiamo fatta. — rispose sorridendo il santo – Se hai in tasca del muschio, non hai bisogno di raccontarlo a tutti: il profumo del muschio parlerà in tua vece; la predica migliore sei tu». 

Non occorre vantarsi, non 'è bisogno che nessuno sappia se stiamo facendo beneficienza o quant'altro. Le azioni valgono più di mille parole.
Le azioni raccontano di noi e lasciano sempre un segno in questa vita. E anche nell'altra....
Gabry

post scorrevoli