MANGIARE CIBI CHE DANNO SERENITA’



A cosa prestate attenzione quando fate la spesa? Io alla scadenza e al prezzo, ovviamente, ma anche al luogo di provenienza della merce e al modo in cui è stata prodotta. Mangiare è un’azione fondamentale e delicata per l’essere umano in quanto ingerendo i cibi incorpora qualcosa dentro di sé. La dieta buddhista è fondamentalmente vegetariana e molti pensano che sia vietato mangiare carne. In realtà si dice che il Buddha stesse mangiando carne quando ottenne il risveglio, o meglio del riso cotto nel latte offertogli da una ragazza di nome Sujãta. Il latte, come ben sapete, è un prodotto di origine animale, ma quando viene offerto dai credenti, così come la carne, va mangiato. Secondo una leggenda buddhista morì a causa di carne guasta che gli era stata offerta. Un precetto buddhista, il fusesshõkai, dice di non uccidere altri esseri viventi, ma non di astenersi dal mangiare carne. I casi in cui vige questo divieto sono i seguenti:
  1. quando si assiste all’uccisione dell’animale
  2. quando un animale viene macellato appositamente per l’ospite
  3. quando dubitiamo dell’una e dell’altra eventualità.
E’ comunque maleducazione rifiutare il cibo che ci viene offerto. Dunque , la questione non è cosa mangiamo ma quale è il nostro stato d’animo mentre mangiamo. Dobbiamo essere sempre riconoscenti per il cibo di cui ci nutriamo e mai darlo per scontato. Per noi giapponesi è naturale fare gasshõ e dire “itadakimasu” (grazie per questo cibo) prima di mangiare: è una usanza che andrebbe esportata, perché ogni piatto che mangiamo è costituito da tante forme di vita.  Gli ingredienti, come sono presentati nei supermercati, sono spersonalizzati, ma latte e uova, ad esempio, sono alimenti di origine animale, non dimenticatelo.



Un’ultima notazione sulla parola “itadakimasu”: letteralmente significa “ricevere la vita”. Credo sia importante divulgare questo concetto, anche ai più piccoli. Esercizio: ESSERE RICONOSCENTI PER IL CIBO DI TUTTI I GIORNI Si dice che ai giapponesi non piaccia discutere e amino lavorare in gruppo. Credo che queste caratteristiche siano dovute al nostro regime alimentare. Mangiare in modo sano, soprattutto verdure, è tipico della dieta buddhista e contribuisce alla salute del corpo e mente. Un pasto delicato influenza positivamente l’anima, tranquillizzandola. Molti studiosi sostengono che mangiare bistecche aumenti l’aggressività. Recentemente si è sviluppata anche in Giappone la moda dei fast food ristoranti dove si mangiano in fretta cibi saporiti forti e il cui punto di forza sono i prezzi contenuti. Capita anche a me, quando ho fretta, di mangiare hamburger, patatine e cola; ciò che mi stupisce, in tali circostanze, è che mi dimentico sempre di dire “itadakimasu”.


                                           


Non dobbiamo mai dimenticare che ciò che mangiamo nutre il nostro corpo e il nostro spirito: anche quando ci sembra di non avere tempo, ricordiamoci di fare “gasshõ” e direitadakimasu, consapevoli che il cibo è un dono.
Oltre a questo è importante alimentarsi di cibi alcalini in modo da mantenere l’equilibrio ACIDO-BASICO fattore PH del sangue, al fine di mantenere il corpo in un ambiente ben ossigenato, facendo regredire le malattie. 
KEISUKE MATSUMOTO 



    

MACRO

Etichette

Mostra di più

POST PIU' POPOLARI