DIVENTARE RICCHI CON 1000 € A SETTIMANA PER UN LINK ( IL BUSINESS DEI SOGNI)

PIOVONO SOLDI

È possibile che nel 2017 ci siano ancora persone che cercano di raggirare gli altri scrivendo lunghi articoli su come si diventa ricchi? Possibile che Google non abbia ancora trovato un modo di eliminare dalla lista dei risultati tutta questa fuffa senza senso che illude e danneggia le persone?
In quest'articolo vorrei raccontarvi perché mi hanno offerto 1000 euro a settimana per sponsorizzare alcuni servizi; facendolo spiegherò come funziona il business dei sogni, una subdola forma di raggiro che da sempre sfrutta l'ingenuità delle persone per portare denaro sonante nelle tasche dei furbetti del web, e non solo.

Come si fanno i soldi?

Se esistesse un solo articolo in grado di spiegare veramente come si diventa ricchi, allora tutti i problemi economici delle persone sparirebbero all'istante. Basterebbe seguire le istruzioni e tac, ecco che tutti potrebbero diventare ricchi e non avere più preoccupazioni economiche. Siccome questo non mi sembra sia ancora capitato, nonostante in rete vi siano centinaia di articoli con titoli altisonanti, che hanno la pretesa di insegnare metodi infallibili per guadagnare tanti soldi, direi che la conclusione ovvia è che un modo facile, veloce e semplice per diventare ricchi non esiste. In realtà non ne esiste nemmeno uno mediamente impegnativo, altrimenti, se bastasse uno sforzo contenuto e approcciabile in tempi brevi, mezza Italia si sarebbe già risollevata dai gravi problemi economici in cui versa.
Tutto quello che possiamo trovare in giro sull'argomento "soldi" sono quindi balle, articoli, video o libri che per forza di cose, non contengono e non conterranno mai la spiegazione precisa e pratica di come fare tanti soldi. È come quello lì che spiega il metodo per vincere al lotto o al Superenalotto… è chiaro che se avesse in mano il segreto se ne starebbe a piedi caldi su una spiaggia alle Maldive a bere cocktails, e non in un angusto ufficio di Milano a fare video per YouTube. Il metodo che spiega non funziona.
Ma allora cosa spiegano tutti questi sapientoni? E perché si sforzano di scrivere o dire tanto su questo argomento? Prendiamo un esempio piuttosto famoso!
Uno dei libri più venduti su come diventare ricchi è "Padre ricco, padre povero", un best-seller mondiale che da anni vedo nei primi posti in classifica su Amazon.
Il libro è molto interessante e spiega come la classe media sia focalizzata sul banale stipendio, mentre i ricchi sono ricchi perché pensano in modo diverso, cioè fanno investimenti che generano denaro costante quasi senza sforzo, anche quando loro non ci saranno più.
Un esempio che viene dato è quello dell'investimento immobiliare:


Come arricchirsi

  • cercare un appartamento che costi la metà del suo valore reale

  • coprire il mutuo affittandolo e poi rivenderlo al doppio
  • usare il capitale raddoppiato per ripetere l'operazione acquistando appartamenti via via sempre più grandi
  • diventare sempre sempre più ricchi.

Facile no? E sapete quanti, leggendo questi concetti ben scritti ne sono rimasti affascinati? Milioni! Milioni di copie vendute e decine di migliaia di recensioni positive sul web! E quanti di questi milioni sono diventati ricchi? Zero! Sì, zero, perché quello che viene spiegato in quel libro sono solo chiacchiere: il libro non dice che quando si vende un appartamento si pagano tasse salatissime, che sull'affitto si hanno così tante trattenute che si porta a casa una miseria non sufficiente a coprire un mutuo che, avendo degli interessi, impiegheremmo trent'anni ad estinguere… e perché, se c'è in giro un appartamento alla metà del suo valore reale, stai pur certo che le agenzie immobiliari se lo accaparrano prima ancora che il venditore abbia anche solo pensato di venderlo.
Padre Ricco Padre Povero - Kiyosaki Padre Ricco Padre Povero
Quello che i ricchi insegnano ai figli sul denaro
Robert T. Kiyosaki

Compralo su il Giardino dei Libri

Padre Ricco Padre Povero - Audiolibro Robert T. Kiyosaki Padre Ricco Padre Povero - Audiolibro 6 CD Audio
Quello che i ricchi insegnano ai figli sul denaro
Robert T. Kiyosaki

Compralo su il Giardino dei Libri

Smetti di Lavorare Giovane e Ricco - Robert Kiyosaki Smetti di Lavorare Giovane e Ricco
Come diventare subito ricchi e rimanerlo per sempre
Robert T. Kiyosaki

Compralo su il Giardino dei Libri

Prima di Lasciare il tuo Posto di Lavoro Prima di Lasciare il tuo Posto di Lavoro
Dieci lezioni di vita reale che ogni imprenditore dovrebbe conoscere per fare un business multimilionario
Robert T. Kiyosaki, Sharon Lechter

Compralo su il Giardino dei Libri

Risveglia il Genio Finanziario di tuo Figlio Risveglia il Genio Finanziario di tuo Figlio
Perchè lo studente eccellente lavora per lo studente discreto e lo studente buono lavora per lo stato
Robert T. Kiyosaki

Compralo su il Giardino dei Libri

Il Grande Libro del Real Estate Robert T. Kiyosaki Il Grande Libro del Real Estate
Con 20 dei suoi esperti immobiliari di fiducia
Robert T. Kiyosaki

Compralo su il Giardino dei Libri

La Cospirazione dei Ricchi La Cospirazione dei Ricchi
Le 8 nuove regole del denaro
Robert T. Kiyosaki

Compralo su il Giardino dei Libri

Ho preso questo libro come esempio, ma vale per tutto ciò che tratta l'argomento "ricchezza": formulette magiche per diventare ricchi che non hanno mai fatto arricchire nessuno!

Ma allora perché c'è in giro così tanto materiale su come diventare ricchi?

E qui arriva la parte interessante, quella che per convenienza non dice mai nessuno, tranne il sottoscritto che dei soldi se ne frega e indossa lo stesso paio di scarpe da quasi sette anni. Sfortunatamente per molti però ciò che scrivo ha grande visibilità e sono abbastanza informato per sapere cosa spinge questi mecenati a condividere con il mondo le loro conoscenze.
Se il tuo articolo che parla di come guadagnare tanti soldi è il primo che appare su Google quando le persone digitano la frase "come diventare ricchi", beh, ti ritrovi con una sfilza di email di società che vogliono piazzare le loro pubblicità dentro il tuo articolo. E non sto parlando per sentito dire, ma per esperienza diretta, perché qualche anno fa un mi articolo sulla ricchezza è stato primo su Google per diversi mesi, e in quel periodo sono stato letteralmente sommerso di richieste di inserzioni pubblicitarie, soprattutto truffaldine.
Alcune compagnie erano disposte a darmi anche 1000 euro a settimana per un link che puntava al proprio sito web, del quale vi lascio immaginare i contenuti.
Anzi no, ve li dico i contenuti, principalmente casinò online, trading ad altissimo rischio e altre truffe legalizzate più o meno dello stesso livello, basate su quei sistemi di Network Marketing che in realtà nascondono Schemi di Ponzi. Inutile dire che ho sempre rifiutato, anche se purtroppo il sistema pubblicitario che uso adesso, per quanti filtri io imposti, ogni tanto qualche pubblicità malevola me la fa apparire.

Questo esempio reale serve per comprendere un concetto semplice: vendere un "sogno" alle persone è un astuto business che fa diventare ricco solo il venditore e mai i sognatori. E diventare ricchi è il sogno di (quasi) tutti.

Ecco come funziona il business dei sogni

Prima di tutto si studia la fascia della popolazione meno acculturata e si cerca di capire cosa potrebbe loro interessare. Perché la meno acculturata? Beh, è semplice, perché meno cultura hai, meno strumenti hai per sviluppare il pensiero critico, cioè quello che ti protegge dal farti abbindolare. Questo non lo dico io, lo dicono le statistiche: sono i meno colti a farsi fregare quotidianamente dal gioco d'azzardo, così come sono i meno istruiti a credere a tutto quello che gli viene raccontato.

E come si fa ad abbindolare una persona? Anche qui è molto semplice: si anticipa un suo sogno studiando la sua situazione e si crea un prodotto che risponda ai suoi desideri, che sarà lì pronto quando si chiederà: ma come faccio a essere ricco, essere di successo, avere il potere ecc.?
Questa fascia di popolazione è esattamente quella che acquista i libri dei guru del denaro e del successo, partecipa ai seminari e cerca sul web frasi come "come arricchirsi" o "come fare tanti soldi". E guarda caso per domande (leggasi sogni) come questi c'è sempre pronto un articolo pieno di pubblicità truffaldine, un libro costoso o un seminario a pagamento!
Il punto però è che chi scrive o parla di questi argomenti non detiene questa conoscenza, non sa come si diventa ricchi, e non gli interessa nemmeno saperlo, perché sa bene che il suo pubblico poco acculturato è facilmente impressionabile per cui deve solo limitarsi ad impressionarlo con concetti di cui è probabile non abbiano mai sentito parlare prima, concetti finanziari affascinanti, semplificati e imprecisi, come quelli spiegati in "Padre ricco, padre povero", che facciano sgranare gli occhi ai creduloni, annaffiandoli di storie di successo o intriganti citazioni filosofiche.
Quando questo accade la persona si sente come illuminata perché scopre un mondo nuovo, pensa di aver compreso concetti che solo pochi sanno, di essere finalmente di fronte ad un svolta, ma in realtà ha solo letto banalità a cui non aveva mai pensato perché era troppo occupato a guardare l'Isola dei Famosi o sfogliare la Gazzetta dello Sport. E così, annebbiato dall'idea di avere compreso qualcosa di straordinario, ne parla ad altri, che a loro volta verranno affascinati e lo diranno ad altri ancora, e così via, mettendo in moto la grande macchina del business! E questo era quello a cui lo scrittore, il blogger o il relatore ha sempre e puntato! Non ha mai voluto far diventare veramente ricca la gente, gli è sempre e solo interessato che se ne parlasse il più possibile, perché sa che il passaparola, le condivisioni e i like gli porteranno visibilità e quindi parecchio denaro.
Ed ecco perché, tutti, soprattutto sul web, sfoderano i loro astuti articoli conditi di aforismi e storie impressionanti di multimiliardari che si sono fatti da soli, con pillole di saggezza su come ragionano i ricchi, sul fatto che siamo dei poveracci solo perché pensiamo da poveracci ecc. Lo fanno perché vogliono raggirare i più deboli, sfruttare l'ignoranza per arricchirsi illudendo che tutti possano fare soldi con poco, quando nessuno li ha mai veramente fatti, e mai li farà, soprattutto leggendo un post su un blog o seguendo un corso!

Conclusioni

Non mi piace parlare di cultura, raggiri e denaro, perché mi sembra di puntare il dito contro le fasce meno fortunate della popolazione, persone che hanno già i loro "bei" problemi quotidiani e non si meritano che arrivi l'ennesimo saputello, come il sottoscritto, a mortificarli e rincarare la dose, dicendo loro che sono le vittime preferite dei furbetti. D'altro canto sono dell'idea che sia sempre meglio dire le cose come stanno, anche a costo di ferire la sensibilità di qualcuno, se ciò che si dice è d'aiuto alle persone. Sta poi al singolo aprire la mente ed usare questi articoli come arma di difesa
Quando cerchiamo informazioni su qualcosa, non solo nel campo della ricchezza, ma anche su altri argomenti che ci interessa comprendere, domandiamoci sempre quali siano i veri interessi di chi sta dall'altra parte, perché ci sta fornendo quelle informazioni, per quale motivo ha perso del tempo per elaborarle e diffonderle e quali sono i suoi reali interessi. Se, anche lontanamente, intuiamo che dietro le quinte ci sono interessi finanziari, allora la prossima domanda che dobbiamo porci è: ma quello che ci sta dicendo lo possiamo usare in modo pratico o sono solo belle parole, esaltanti, che ci impressionano manipolando il nostro pensiero?
Porsi queste domande significa aver sviluppato il pensiero critico, quello che si forma naturalmente studiando e imparando cose sempre nuove, e che ci trasforma da vittime a individui consapevoli e difficilmente abbindolabili. Con questi articoli, soprattutto quelli in cui parlo di come arricchirsi, cerco proprio di fare questo, generare all'interno delle menti di chi legge, il pensiero critico, e dare uno strumento per affrontare le scelte (e quindi la vita) nel modo più consapevole possibile. Per alcuni possono essere banalità, per altri, spero, una potente arma di difesa.

smetteredilavorare.it 


MACRO

Etichette

Mostra di più

POST PIU' POPOLARI