Post in evidenza

"DISABILI NEL CORPO, ABILI NEL CUORE"

Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze, da diversi passati, da diversi ...

domenica 14 gennaio 2018

IL SIMBOLISMO ALCHEMICO DEGLI ELEMENTI


Probabilmente hai sentito parlare molte volte di trasmutazione del piombo in oro. O magari ti sei imbattuto spesso nell’espressione mercurio dei filosofi. Ma cosa significano esattamente queste espressioni? E cosa si cela dietro il simbolismo alchemico dei metalli?

Il significato dei metalli nella Tradizione ermetica

Com’è noto, dal punto di vista ermetico un metallo è molto più di un semplice metallo. ln alchimia, infatti, gli elementi sono sempre associati a significati di ordine metafisico. E in che cosa consistano


esattamente questi significati ognuno lo deve scoprire da sé, tenendo in massima considerazione il contesto in cui un dato elemento viene utilizzato.
Tuttavia, è sempre possibile indicare un percorso interpretativo, mostrare un insieme di qualità a cui un dato elemento viene di norma accostato. Ecco che qui di seguito si è cercato di ricostruire una lista dei principali elementi presenti in natura e del simbolismo alchemico ad essi associato… Lista che è stata redatta avendo ben presente che in ambito ermetico ad un dato elemento possono corrispondere moltissimi significati.

Piombo

Da un punto di vista morfologico, il piombo è un metallo denso, duttile, malleabile, di colore grigio-bluastro, che ha scarsa conduttività elettrica ed è molto resistente alla corrosione.  Governato dal pianeta Saturno, il piombo è legato simbolicamente al processo della morte e della trasformazione. Si tratta di un metallo tossico, le cui impurità rappresentano le imperfezioni dell’animo umano. La sua combustione indica un processo metaforico di pulizia e purificazione. Come simbolo alchemico il piombo governa le tenebre. Se combinato con l’argento esso può dare vita ad un metallo purificato noto come mercurio dei filosofi.

Stagno

Lo stagno è un metallo duttile e malleabile, di colore grigio-argenteo lucido, che non si ossida facilmente ed è molto resistente alla corrosione.
Lo stagno è governato da Giove e incarna la saggezza, la logica, la maturità e la conoscenza. Si dice che lo stagno sia il metallo dei saggi e degli studiosi. Esso è infatti associato alla capacità di mediazione, all’equilibrio e a una visione filosofica della vita. Un’altra immagine con cui di solito questo metallo viene descritto è il respiro e il soffio della vita.

Ferro

Il ferro non ha sicuramente bisogno di presentazioni, essendo uno degli elementi più diffusi nell’universo.
Da un punto di vista planetario il ferro è governato da Marte. In alchimia il ferro simboleggia l’energia maschile, la potenza, l’aggressività, la crescita, la dipendenza e la protezione. Il ferro promuove emozioni come la lussuria, la fiducia, il coraggio, la forza, la resistenza e la resilienza. E’ considerato il metallo più “umano” e per tale ragione è inviso agli spiriti e agli enti eterei. Il ferro rappresenta anche la necessità di tenere sotto controllo gli istinti, facendo al contempo ardere il fuoco della passione dentro di sé.

Oro

L’oro è uno dei metalli più nobili presenti in natura. E’ lucido, pesante e duttile. Essendo uno degli elementi di maggior valore rappresenta la perfezione di tutta la materia.
Il corpo celeste che gli corrisponde è il Sole. In virtù della sua purezza rappresenta l’obiettivo umano di ottenere la perfezione a livello mentale e spirituale. All’oro viene tra l’altro riconosciuta la capacità di favorire la guarigione, la protezione, la crescita e la conoscenza.

Mercurio

Associato al pianeta omonimo, il mercurio è un elemento insolito. Si tratta di un elemento tossico, reperibile solo in forma liquida.

A livello simbolico al mercurio vengono attribuiti moltissimi significati. Esso è un elemento femminile, ed è associato alla mente, alla morte, al mistero e alla trasformazione. Dal punto di vista della pratica magica è legato all’arte della divinazione. In virtù delle sue proprietà il mercurio simboleggia anche il viaggio e il movimento, sia di natura fisica che spirituale. Assieme al sale e allo zolfo, gli alchimisti lo consideravano una delle tre sostanze primordiali, a partire dalle quali era possibile costituire tutti gli altri elementi.

Rame

Il rame è un metallo di colore rossastro caratterizzato da un’alta conducibilità elettrica e termica (solo l’argento ha una conduttività elettrica superiore).

Il rame è governato dal pianeta Venere. Il rame incarna l’aspetto femminile dell’essere umano. E’ spesso associato all’amore e alla lussuria, ma simboleggia anche virtù come il carisma, la bellezza femminile, la creatività, l’affetto, l’amore, la cura e l’equilibrio. Si dice che favorisca la guarigione e che inviti a vivere una vita appagante.

Argento

L’argento è un metallo molto duttile e malleabile, con una brillante lucentezza metallica di colore grigio-bianco. Tra i metalli è quello caratterizzato da una maggiore conduttività elettrica.
In alchimia l’argento è uno dei metalli principali. A livello planetario esso è associato alla Luna. In questo senso l’argento è un metallo femminile, che simboleggia la persuasione, l’intuizione, la saggezza interiore e la contemplazione. È simbolo di purezza ed è collegato al mondo divino e spirituale. Tra sue proprietà ricordiamo la divinazione, la guarigione, la protezione, l’emotività, l’amore, la saggezza, i sogni, la fortuna e la ricchezza. Inoltre l’argento favorisce le visioni, la chiarezza, la consapevolezza, la messa a fuoco, la persistenza e le forze sottili.

Antimonio

L'antimonio ha l’aspetto di un metallo, ma proprietà fisiche che lo distinguono nettamente da questa categoria di elementi.

In alchimia l’antimonio rappresenta la natura selvaggia e le tendenze animali che caratterizzano il genere umano. Non a caso il simbolo nel mondo animale dell’antimonio è il lupo. Si tratta di un elemento protettivo che favorisce i processi di trasformazione e adattabilità. Indica la strada che conduce alla saggezza e simboleggia la libertà dello spirito rispetto alla materialità.

Zinco

Lo zinco è un metallo moderatamente reattivo, che si combina con l’ossigeno e altri metalli.Gli alchimisti utilizzavano lo zinco per preparare la lana dei filosofi, sostanza che si otteneva facendo fondere questo elemento fino all’ebollizione. I vapori che poi si liberavano nell’aria si trasformavano in fiocchi bianchi lanuginosi, nix alba, che venivano raccolti a conclusione del processo.

 

Zolfo

Lo zolfo è un elemento non metallico molto abbondante in natura. Ha colore giallo e può essere trovato sia in forma pura, sia legato a qualche altro elemento. Si tratta di una sostanza fondamentale per la vita e si trova in diversi aminoacidi.

In alchimia lo zolfo è l’analogo maschile del mercurio. Mentre il mercurio è associato ad immagini femminili come l’acqua e la Luna, lo folfo da parte sua è legato simbolicamente al fuoco, al Sole, ai fenomeni vulcanici, e dunque per analogia ai moti dell’individualità. Lo zolfo rappresenta anche la molteplicità della natura umana e la sua aspirazione eterna a raggiungere l’illuminazione. Assieme al sale e al mercurio, lo zolfo è uno dei tre elementi basilari della scienza alchemica, capace di essere trasformato in qualunque altro metallo. Nelle operazioni alchemiche lo zolfo (spirito) è utilizzato per la combustione, il mercurio (anima) per la plasticità ed il sale (materia) per la solubilità.

Platino

 

Il platino è un metallo molto prezioso di colore bianco-argenteo. E’ duttile e malleabile ed è molto resistente alla corrosione.
A livello simbolico i significati del platino sono tutti riconducibili alle sue proprietà fisiche. Il platino è un metallo molto resistente e dunque rappresenta determinazione, grinta e il compimento dei propri propositi. Come testimonia il simbolo del platino, nel passato si riteneva che questo elemento scaturisse dall’unione di argento e oro.

Fosforo

 

Il fosforo è un elemento dalla consistenza cerosa e l’odore molto sgradevole. Nella sua forma pura il fosforo è incolore e trasparente. Questo elemento si infiamma spontaneamente a contatto con l’ossigeno.
A livello simbolico il significato del fosforo è legato alla sua capacità di produrre una luce intensa durante la combustione. In alchimia il fosforo è spesso associato all’illuminazione spirituale.

 

Magnesio 

Il magnesio è un minerale molto leggero di colore bianco-argenteo. Una volta avviato, il processo di combustione del magnesio è molto difficile da interrompere, e questa sua caratteristica in alchimia lo rende un elemento molto significativo.Il magnesio rappresenta l’eternità, il fuoco inestinguibile, la continuità e l’ascensione. 

 

 

Per approfondire: Il significato esoterico dell’elemento fuoco

Arsenico

 

L’arsenico è un metalloide molto tossico, che può avere colore giallo, nero o grigio. L’arsenico e i suoi composti sono usati come pesticidi, erbicidi e insetticidi.
In alchimia l’arsenico veniva utilizzato con finalità medicinali e magiche. Si diceva che un composto di arsenico e zolfo potesse indurre la trance, l’illuminazione e l’ascesi.

 

Sale

Il sale è il terzo degli elementi alchemici di base assieme a zolfo e mercurio. Il mercurio è un elemento acquatico, lunare, femminile, che simboleggia l’anima. Lo zolfo è un elemento maschile, che raprresenta il fuoco e lo spirito. Il sale è dunque la forma, la materia.
Il sale è spesso associato alla seconda fase della Grande Opera: l’Albedo o Opera al bianco. Durante la Grande Opera il sale deve essere disciolto nell’acqua divina, il mercurio, dal quale ne risulta purificato. Durante l’Albedo il sale si cristallizza dunque in forma pura. Questo elemento è anche simbolo di saggezza, respiro dell’energia divina.




 I CONSIGLI DI GABRY




post scorrevoli